Deutsche Bank, utili in aumento nonostante costi di ristrutturazione

Deutsche Bank, utili in aumento nonostante costi di ristrutturazione
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 27 Ottobre 2021, 13:15

(Teleborsa) - Deutsche Bank ha registrato un utile netto attribuibile agli azionisti di 194 milioni di euro nel terzo trimestre del 2021, in crescita del 6,6% rispetto ai 182 milioni di un anno prima e superiore ai 135 milioni di euro stimati dagli analisti. Si tratta del quinto trimestre consecutivo di guadagni, la più lunga serie in positivo dal 2012. Nello stesso periodo i ricavi sono stati pari a 6,04 miliardi di euro, in aumento rispetto ai 5,94 miliardi di euro dello stesso periodo del 2020. L'utile ante imposte è stato di 554 milioni di euro (+15% sul terzo trimestre 2020).

"Nel terzo trimestre abbiamo nuovamente dimostrato la forza operativa della nostra attività: i nostri ricavi si sono dimostrati resilienti, abbiamo aumentato il nostro utile ante imposte nonostante ulteriori oneri di trasformazione e abbiamo già ha superato il nostro obiettivo di sostenibilità per l'intero anno 2021 - ha commentato il CEO Christian Sewing - Siamo concentrati sulla promozione dell'efficienza mantenendo forti controlli e siamo fiduciosi di raggiungere gli obiettivi 2022 di Deutsche Bank".

Gli oneri di trasformazione rilevati nel trimestre sono costituiti prevalentemente da voci legate alla tecnologia, tra cui circa 450 milioni di euro relativi a una risoluzione del contratto e a svalutazioni del software, principalmente innescate dalla migrazione della banca al cloud, si legge nella nota sui conti. La banca è impegnata in un piano di ristrutturazione e rilancio, dopo ingenti perdite nell'ultimo decennio e diverse inadempienze normative.

Nella trimestrale spicca il calo dei ricavi netti della divisione Investment Banking, pari a 2,2 miliardi di euro (-6% anno su anno), in un periodo in cui le grandi banche USA hanno invece registrato grandi risultati. Nei primi nove mesi dell'anno i ricavi dell'area sono comunque in aumento del 4% a 7,7 miliardi di euro. Balzo invece per i ricavi netti del Asset Management, che sono stati di 656 milioni di euro, in crescita del 17% anno su anno e ai massimi da sette trimestri, trainati principalmente da un aumento delle commissioni di gestione (al livello più alto da oltre sei anni).

© RIPRODUZIONE RISERVATA