Detrazioni fiscali 2020, no ai contanti: ecco le spese che si potranno scaricare con carte e bonifici

Mercoledì 22 Gennaio 2020
1
Detrazioni fiscali 2020, no ai contanti: ecco le spese che si potranno scaricare solo con carte e bonifici

Detrazioni fiscali 2020, contante addio. D'ora in poi sarà infatti sempre più conveniente usare carte e bonifici. Con la nuova legge di bilancio 2020 cambiono le regole previste per il recupero delle spese detraibili dall'Irpef. Per poterle detrarre sarà obbligatorio pagare mediante carte di credito/debito, bancomat, bonifico bancario, bonifico postale o assegni. Non sarà più possibile decurtarle se sono state effettuate con i contanti. Di seguito l'elenco delle spese a cui si applica l'obbligo dei pagamenti tracciabili. 

Irpef, con la riforma è caos aliquote: a parità di reddito la tassa è anche più del triplo


Obbligo pagamento tracciabile. 
- Spese mediche e veterinarie
- Interessi passivi mutui prima casa
- Intermediazioni immobiliari per abitazione principale
- Spese funebri
- Frequenza scuole e università
- Assicurazioni rischio morte
- Erogazioni liberali 
- Iscrizione ragazzi ad associazioni sportive, palestre, piscine ed altre strutture ed impianti sportivi 
- Affitti studenti universitari
- Canoni relativi all'abitazione principale 
- Le spese per gli addetti all’assistenza personale nei casi di non autosufficienza 
- Abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale   
 


Nessun obbligo.
- L’acquisto di medicinali e di dispositivi medici
- Prestazioni sanitarie rese dalle strutture pubbliche o da strutture private accreditate al Servizio sanitario nazionale

Ultimo aggiornamento: 26 Gennaio, 17:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Con la febbre in aeroporto non si finisce in quarantena

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma