Covid, OMS: "Oltre 2 milioni di morti in Europa entro marzo 2022"

Covid, OMS: "Oltre 2 milioni di morti in Europa entro marzo 2022"
2 Minuti di Lettura
Martedì 23 Novembre 2021, 15:30

(Teleborsa) - L'Europa resta nella stretta morsa della pandemia con un bilancio dei morti per Covid-19 che, se non si interverrà subito, supererà i 2 milioni entro marzo 2022. Questo l'allarme lanciato dall'Organizzazione mondiale della sanità.

"La scorsa settimana le morti attribuite al Covid-19 sono aumentate di 4.200 al giorno, raddoppiando la cifra di 2.100 al giorno della fine di settembre. Nel frattempo la somma dei morti per coronavirus ha passato il limite del milione e mezzo nei 53 Paesi della regione. Oggi il Covid-19 è la prima causa di morte in Europa e Asia centrale – fa sapere l'Oms in una nota –. Possiamo prevedere che ci sarà una pressione elevata o estrema sui posti letto negli ospedali in 25 Paesi europei e una pressione elevata o estrema sulle unità di terapia intensiva in 49 dei 53 Paesi fra ora e il 1 marzo 2022".

"Per continuare a convivere con questo virus e proseguire le nostre vite dobbiamo attuare un approccio 'vaccine plus' – ha affermato il direttore regionale dell'Oms per l'Europa, Hans Kluge –. Questo significa vaccinarsi, fare la dose di richiamo, e utilizzare misure preventive nella nostra normale routine. Indossare la mascherina, ventilare gli spazi chiusi, mantenere la distanza e starnutire nel gomito sono misure semplici, efficaci per mantenere il controllo sul virus e fare proseguire la vita sociale. Tutti abbiamo l'opportunità e la responsabilità di aiutare a evitare una tragedia non necessaria e perdite di vite umane e limitare altri disagi alla società e alle aziende nella stagione invernale".

I tre principali fattori che guidano l'alto tasso di contagi in Europa – spiega l'Oms – sono la variante Delta, altamente trasmissibile, la popolazione non vaccinata che riduce l'immunizzazione e alcuni governi che hanno dichiarato che la pandemia "non rappresenta più una minaccia emergenziale" e hanno limitato o eliminato le restrizioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA