CORONAVIRUS

Coronavirus, arrivati in Italia 370 ventilatori polmonari Althea per l'emergenza

Sabato 28 Marzo 2020
Coronavirus, Althea: arrivata in Italia la prima tranche dei ventilatori e monitor destinati all’emergenza
Coronavirus, sono atterrati stamani all'aeroporto milanese di Malpensa, da Hong Kong, i 370 ventilatori polmonari per terapia intensiva e sub-intensiva e i 5.000 monitor multiparametrici contrattualizzati da Consip con Althea Italia, azienda specializzata nei servizi integrati di ingegneria clinica. La società è ora impegnata nella consegna dei dispositivi medici destinati all’emergenza sanitaria Covid-19, a seguito dell’aggiudicazione della gara indetta dalla centrale pubblica d'acquisto.

«Da questa mattina i diversi dispositivi, 370 ventilatori e 5000 monitor multi-parametrici, sono in fase di smistamento all’aeroporto di Malpensa e attraverso un’attività di coordinamento con la Consip e sotto le indicazioni della Protezione Civile verranno distribuiti in diversi ospedali del territorio nazionale, con l’ausilio del personale specializzato Althea - si legge in una nota della società -. La consegna di tutti i dispositivi, già avviata, verrà completata entro martedì 31 marzo, in anticipo rispetto ai tempi di consegna previsti dal bando Consip».

 

«Bene così. Adesso i 370 ventilatori polmonari per la terapia intensiva e i 5.000 monitor multiparametrici saranno distribuiti sulla base della programmazione del Commissario straordinario», ha scritto su Twitter il ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri.

«Grazie al lavoro ininterrotto di tutti i dipendenti e la collaborazione di Consip e delle istituzioni, sono fiero di confermare che Althea, in anticipo rispetto alla prima scadenza della gara Consip e con quantitativi maggiori, ultimerà le consegne di 370 ventilatori polmonari e 5000 monitor multi-parametrici entro il 31 marzo», ha commentato Alessandro Dogliani, presidente e amministratore aelegato di Althea Italia.

  Ultimo aggiornamento: 16:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani