Coronavirus: superati i 200 mila casi negli Usa, oltre 900mila nel mondo

Giovedì 2 Aprile 2020
(Teleborsa) - Continua, purtroppo, la marcia veloce del coronavirus in tutto il mondo dove si contano oltre 900.000 casi. Lo rileva l'ultimo aggiornamento dell'istituto americano Johns Hopkins University, secondo cui i casi riscontrati sono più di 911.000. Oltre 45mila le vittime.


Oms, morti raddoppiati in una settimana - "Il numero di decessi è più che raddoppiato nell'ultima settimana. Nei prossimi giorni raggiungeremo 1 milione di casi confermati di Coronavirus e 50 mila decessi". Lo ha detto il Direttore generale dell'Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus nel corso del briefing sul coronavirus. "Ho invitato i Governi a mettere in atto misure di assistenza sociale per garantire alle persone vulnerabili cibo e altri elementi essenziali della vita durante questa crisi" - ha aggiunto, sottolineando che "molti paesi in via di sviluppo faranno fatica ad attuare programmi di assistenza sociale di questa natura. Per questi Paesi, la riduzione del debito è essenziale per consentire loro di prendersi cura della propria gente ed evitare il collasso economico".


Massima allerta anche negli Stati Uniti con 203.608 casi di contagio e 4000 morti. C'è poi un altro dato preoccupante: il numero delle vittime è di fatto raddoppiato in meno di tre giorni. A New York sono 1.941, di cui 391 nelle ultime 24 ore. I casi di contagio accertati sono 83.712, quasi la metà dei casi a livello nazionale. Lo ha reso noto il Governatore Andrew Cuomo lanciando un nuovo monito a tutti i cittadini a seguire le ordinanze anti-coronavirus e le linee guida dettate dalle autorità sanitarie. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani