Coronavirus, Fontana chiede misure più stringenti in Lombardia

Martedì 10 Marzo 2020
(Teleborsa) - "È il tempo della fermezza. Ho incontrato i sindaci dei capoluoghi lombardi e il presidente di Anci Lombardia, chiedono tutti la stessa cosa: chiudere tutto adesso (tranne i servizi essenziali) per ripartire il prima possibile. Le mezze misure, l'abbiamo visto in queste settimane, non servono a contenere questa emergenza". A scriverlo su Facebook Attilio Fontana, Presidente della Regione Lombardia, confermando di aver terminato il periodo di isolamento dopo che una sua collaborazione era risultata positiva al Coronavirus.

Di Maio: dimostriamo al mondo che non molliamo mai - Giorni di preoccupazione per il nostro Paese, chiamato mai come in questo momento a reagire. "Gli italiani hanno sempre avuto la forza di ripartire, anche nei momenti di difficoltà. Perché 'Italia è un Paese che non molla mai. Dimostriamolo al mondo. Dimostriamolo a tutti", ha scritto su Facebook il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio.

Media Cina, "la vittoria è vicina" - Intanto in Cina sembra iniziare il tempo della speranza. La battaglia "continua, ma la vittoria è vicina": in occasione dell'arrivo del presidente Xi Jinping a Wuhan per la sua prima visita nella città focolaio del coronavirus dallo scoppio della crisi, l'agenzia Xinhua ha pubblicato alcuni commenti sugli sforzi cinesi contro l'epidemia. Wuhan è un luogo "decisivo" nella lotta al virus. "Una vittoria a Wuhan è una vittoria per l'Hubei, una vittoria nell'Hubei è una vittoria per la Cina", si sottolinea in un'altra dichiarazione.



© RIPRODUZIONE RISERVATA