Conte: rispettiamo regole UE ma vanno cambiate. E su dazi: ridurre tensioni

Venerdì 28 Giugno 2019
(Teleborsa) - "L'Italia è pronta a fare la sua parte per costruire un'Europa più vicina ai cittadini: più forte ed equa". Lo ha detto il Premier Giuseppe Conte, in un'intervista al quotidiano giapponese Yomiuri Shimbun, in uscita nel giorno di apertura del G20 di Osaka in Giappone.

Secondo il premier "è necessario ridisegnare le regole economiche e sociali della governance europea, per garantire un maggiore bilanciamento tra stabilità e crescita". In ogni caso, l'Italia, ha garantito Conte, "rispetterà le regole europee" finché saranno in vigore.

Conte ha affrontato anche il tema immigrazione. "Siamo convinti - ha detto - che la cooperazione internazionale sia la chiave per
affrontare le sfide globali come l'immigrazione. Aumentare la collaborazione anche a livello di G20 può essere utile, per questa ragione concordiamo sulla necessità di continuare la discussione anche con i nostri partner del G20 per sostenere un approccio globale ad un fenomeno strutturale e transazionale".

"Nel contesto europeo - ha aggiunto il premier - l'Italia ha promosso una gestione dell'immigrazione attraverso un approccio multilivello che punta, prima di tutto, sui movimenti primari".

Conte ha toccato anche il tema dei dazi e del protezionismo, affermando che il multilateralismo appare come l'unica via. "Mi auguro che si riducano le tensioni che sono negative per tutti" e che al G20 di Osaka si riescano a compiere "concreti progressi" su questo fronte - ha detto Conte a proposito delle tensioni commerciali tra Usa e Cina.

"L'Italia crede fermamente che un multilateralismo giusto e realmente efficace sia l'unica via per difendere gli interessi dell'intera comunità internazionale. Siamo contrari ad ogni forma di protezionismo", ha quindi sottolineato Conte.
  Ultimo aggiornamento: 10:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA