Banconote, il 37% degli italiani preferisce ancora pagare in contanti

Banconote, il 37% degli italiani preferisce ancora pagare in contanti
1 Minuto di Lettura
Giovedì 31 Gennaio 2019, 17:30 - Ultimo aggiornamento: 18:02

Banconote e monete spicciole. Sono ancora tanti gli italiani che se scoprono di esserne rimasti "a secco" anche momentaneamente vanno nel panico, pur avendo a disposizione carte di credito valide.  Fare shopping o la spesa al supermercato con il contante resta una preferenza per il 37% della popolazione italiane adulta, ben 16 milioni di persone.  Lo rivela un’indagine commissionata da Facile.it a mUp Research su un campione rappresentativo della popolazione nazionale adulta. A preferire i contanti in misura maggiore sono le donne (40% rispetto al 34% del campione maschile), i residenti nel Meridione (41% rispetto al 31% dei cittadini del Nord-Ovest) e i giovani 18-24 anni (43% rispetto al 31% degli adulti 65-74 anni).

Ancora molti, 5 milioni di italiani, scelgono il denaro contante sempre come prima opzione di pagamento, indipendentemente dall’importo e, anche quando viaggiano all’estero, sono ben 14 milioni gli italiani continuano a mantenere la loro abitudine all’utilizzo del denaro contante rispetto alla moneta elettronica.

Banconote e monete sono usate (70% dei casi) principalmente per pagare importi di piccolo taglio. C'è poi un 18% del campione che dichiara di utilizzare il contante solo se è l’unico metodo di pagamento accettato. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA