Contagi Covid-19 nel mondo superano 32 milioni

Venerdì 25 Settembre 2020

(Teleborsa) - Situazione esplosiva in Europa e nel mondo per l'emergenza coronavirus, con nuovi record di contagi registrati nelle ultime 24 ore, che portano il totale a livello planetario ad oltre 32 milioni di casi. E' quanto emerge dall'aggiornamento della John Hopkins University, che conta 32.048.333 casi accertati. Il numero delle vittime sino ad oggi è salito a 979.454.

In Europa, restano sorvegliati speciali Francia e Gran Bretagna, dove la situazione va peggiorando di ora in ora.

Picco giornaliero in Gran Bretagna

Gli ultimi dati del governo britannico parlano di un picco di 6.634 casi accertati nelle ultime 24 ore, che vanno aggiornare il record del giorno precedente, portando il numero complessivo da inizio pandemia a 416mila. Anche i morti lievitano a 40 dai 37 di giovedì, per un totale di 42mila vittime.

"Questo è il dato più alto registrato finora e un duro monito per tutti", ha dichiarato Yvonne Doyle, direttrice della Public Health England, sollecitando i residenti a rispettare le norme di contenimento e far uso dell'app di tracciamento.

Nuovo record in Francia

Anche la Francia aggiorna il suo record di contagi con oltre 16mila casi in un solo giorno (esattamente 16.096), mentre le vittime sono 52 in più, per un totale sinora di 31.511. La situazione si riflette anche sulle terapie intensive (46 in più), con il superamento del tetto di 1.000 posti letto occupati. Difficile la situaizone a Parigi, dove è impegnato il 25% dei letti di terapia intensiva.

Il Premier Jean Castex ha già anticipato un possibile nuovo lockdown se l'emergenza sanitaria dovesse aggravarsi. "Dobbiamo essere attenti e prudenti. Se non interveniamo, potremmo ritrovarci in una situazione simile a quella di marzo", ha detto.

L'UE lancia l'allarme: "Situazione preoccupante"

Frattanto, l'UE ha lanciato proprio ieri un allarme sull'emergenza epidemiologica nel Continente. La Commissaria europea per la Salute Stella Kyriakides, ha definito la situazione "persino peggiore di quella del marzo scorso" ed ha sollecitato gli Stati membri ad agire.

Questa - ha aggiunto - "potrebbe essere l'ultima occasione per evitare" un lockdown come quello sperimentato in primavera, che ha provocato "crollo verticale dell'economia nel secondo trimestre".

Contagi in aumento anche in Italia

Cresce anche in Italia il numero di casi di coronavirus, anche se la situazione resta sostanzialmente sotto controllo ed il Premier Conte, non prevede un nuovo lockdown totale, solo misure locali e mirate.

Dall'aggiornamento di ieri sera emergono a 1.786 contagi ed aumentano anche i decessi, che si portano a 23, secondo i dati del Ministero della Salute.

© RIPRODUZIONE RISERVATA