Confindustria, Carlo Bonomi designato presidente con 124 voti: 60 a Mattioli

Giovedì 16 Aprile 2020
Confindustria, Carlo Bonomi designato presidente

Carlo Bonomi è stato designato presidente di Confindustria. Vince così la sfida del voto (con 123 voti) del Consiglio Generale di via dell'Astronomia con Licia Mattioli (60 voti). L'investitura ufficiale del 31° presidente di Confindustria ora arriverà dall'assemblea privata di viale dell'Astronomia che si svolgerà il 20 maggio sempre in forma telematica. Slitterà invece l'investitura pubblica: l'assemblea che avrebbe dovuto tenersi il 21 maggio infatti è rinviata a data da destinarsi anche se allo studio sembrerebbe esserci l'ipotesi di tenerla in autunno sempre che le condizioni sanitarie lo rendano possibile. Il 30 aprile prossimo invece il Consiglio generale dovrà esprimersi sulla squadra dei Vicepresidenti scelta dal presidente designato.

Confindustria, Pasini si ritira dalla corsa per la presidenza Ora è sfida a due: Bonomi e Mattioli

«La politica ci ha esposto ad un pregiudizio fortemente anti-industriale che sta tornando in maniera importante in questo Paese», dice Bonomi. «Credo che la strada di far indebitare le imprese non sia la strada giusta», sottolinea, parlando a porte chiuse ai colleghi imprenditori di Confindustria, dopo la sua designazione. «I tempi di accesso alla liquidità non sono neanche immediati per le nostre imprese», rileva: «Il tempo deve essere rapido, veloce. Non possiamo permetterci di perderne ancora». Bisogna «riprendere le le produzioni danno reddito e lavoro, e non certo lo Stato, come padre che dispensa favori e prebende e che di certo, peraltro, non ha le risorse per farlo».

Chi è Bonomi. Nato a Crema il 2 agosto del 1966, Carlo Bonomi il nuovo presidente designato di Confindustria è un imprenditore del settore biomedicale. Presiede il consiglio di amministrazione della Synopo, società che opera nel settore della strumentazione e dei consumabili per neurologia, e delle aziende manifatturiere da essa controllate: Sidam leader nella produzione di consumabili nella diagnostica per liquidi di contrasto, e BTC Medical Europe nella produzione di consumabili utilizzati in oncologia ed emorecupero post operatorio. Nonché Presidente del Consiglio di Amministrazione di Ocean e Marsupium ed anche Consigliere indipendente di Springrowth. Dal novembre 2019 fa parte del consiglio di amministrazione di dulevo International. Dal giugno 2017 è Presidente di Assolombarda. E negli anni ha ricoperto diversi ruoli in ambito associativo. È stato infatti, Vicepresidente di Assolombarda con delega a Credito e Finanza, Fisco, Organizzazione e Sviluppo. Nel 2016 il Consiglio di Presidenza di Confindustria l'ha nominato Presidente del Gruppo Tecnico per il Fisco. È membro del Consiglio Generale di Confindustria e del Consiglio di Presidenza di Confindustria Lombardia. Dal luglio 2019 è Presidente della Fondazione Assolombarda. Nel sistema di rappresentanza ha svolto anche i seguenti incarichi: Consigliere Incaricato per Ricerca, Innovazione e Agenda Digitale di Assolombarda; Presidente Gruppo Merceologico Terziario Innovativo di Assolombarda; Vice Presidente Gruppo Giovani Imprenditori di Assolombarda; Vice Presidente Regionale Gruppo Giovani Imprenditori Confindustria Lombardia. Dal giugno 2017 é membro del Consiglio Generale di Aspen Institute Italia, del Consiglio di Amministrazione di ISPI (Istituto per gli studi di politica internazionale) e, dal novembre 2018, del Consiglio di Amministrazione dell'Università Bocconi. Dal luglio 2018, ricopre la carica di Past President di Cancro Primo Aiuto, Onlus con sede in Monza, che assiste gli ammalati e le loro famiglie.

Tortoriello (Unindustria): «Auguri a Bonomi, grande consenso della base per affrontare momento cruciale». «Gli auguri più sinceri, a nome mio e di tutti gli imprenditori di Unindustria a Carlo Bonomi che stamattina abbiamo designato quale nuovo Presidente di Confindustria per il quadriennio 2020- 2024», dice Filippo Tortoriello, presidente di Unindustria. «Con l’elezione di Bonomi abbiamo dimostrato una grande capacità di rinnovamento nella continuità - continua Tortoriello -. Il presidente designato, che ha avuto un consenso molto significativo, potrà e dovrà contare sul supporto di tutto il sistema confindustriale. Siamo convinti che la squadra di presidenza, che il presidente designato dovrà presentare il 30 aprile, sarà all’altezza delle grandi sfide che ci attendono. Bonomi si troverà ad affrontare una situazione mai vissuta prima con una recessione economia dovuta all’ emergenza sanitaria: l’obiettivo primario sarà quello di stimolare governo e parlamento affinché facciano ripartire  in tempi molto veloci tutto il nostro sistema produttivo, supportandolo con significativi sostegni economici, ai quali tutte le imprese  con facilità possano accedere, con  procedure che devono essere estremamente chiare e semplici».

 
 

 

 
 

Ultimo aggiornamento: 16:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA