Confindustria, Boccia: "Rischio recessione, serve reazione"

Mercoledì 21 Agosto 2019
(Teleborsa) - "C'è un rischio stagnazione e un rischio possibile di recessione. Molte filiere dell'industria italiana sono collegate alla filiera tedesca e il fatto che la Germania non vada bene non è un segnale affatto positivo per l'Italia". Lo ha detto il Presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia a margine del Meeting di Rimini. Per il numero uno degli industriali, serve "una reazione italiana ma altrettanto una reazione europea".

Parlando poi della situazione politica, Boccia ha osservato: "Non ci aspettiamo nessun tipo di Governo da un punto di vista del colore politico. Ci aspettiamo in termini economici delle risposte importanti rispetto al futuro".

E ancora: "Non entriamo nel merito delle tattiche, della questione voto sì o voto no. Entriamo nel merito economico - ha spiegato. "Abbiamo delle date importanti davanti a noi: entro il 26 (agosto, ndr) occorre definire un Commissario in chiave italiana" e poi "abbiamo una manovra economica non affatto semplice".

Sulla crisi di Governo in atto interviene anche Confcommercio, che in una nota avverte: "Occorre fare presto e bene. Presto per disinnescare il rischio del ricorso all'esercizio provvisorio. Bene per disinnescare il rischio degli aumenti Iva. Il passaggio è stretto. Ma confidiamo nel Presidente della Repubblica".
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Termini, la brutta cartolina della fila chilometrica per i taxi

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma