Confcommercio: diminuiscono le imprese giovanili, ma aumenta la richiesta di formazione

Venerdì 8 Novembre 2019
I giovani intraprendono di meno la via dell'imprenditoria. Su circa 6 milioni e 100 mila imprese, sono 576 mila quelle giovanili in diminuzione di più del 17% rispetto al 2011. È quanto rivela l'indagine Confcommercio-Unioncamere sulle imprese giovanili in Italia presentata nell'ambito del XII Forum nazionale dei giovani Imprenditori di Confcommercio in corso a Firenze. 

Dallo studio emerge, inoltre, che di quelle nate nel 2011, a 3 anni ne sono sopravvissute il 77%, e a 5 anni il 68%, ma se superano la fase di start up dei 5 anni, hanno più possibilità di sopravvivenza rispetto alle altre imprese. 

Contemporaneamente alle imprese, si è ridotto il numero di giovani tra 18 e 34 anni nel nostro Paese (-6,1% rispetto al 2011). Tuttavia ciò  non spiega  il calo della propensione all'imprenditorialità giovanile: il rapporto tra imprese giovanili e giovani è passato infatti da 57,2 per mille nel 2011 a 50,3 per mille nel 2018.

L'età media dei giovani imprenditori è di quasi 29 anni. Le donne rappresentano il 33% (nelle attività di alloggio si arriva al 45%) e il 15% è rappresentato da stranieri. Tra i giovani imprenditori meridionali che operano al di fuori del Sud, quasi la metà si trova in Lombardia o nel Lazio. Quattro giovani imprenditori su dieci fanno impresa per
voglia di valorizzare la propria competenza e per inseguire il successo personale ed economico.

I giovani imprenditori chiedono più formazione rispetto ai meno giovani soprattutto nei seguenti ambiti:  Management Skills (Pianificazione e organizzazione Gestire i rapporti interpersonali Problem solving, Disponibilità ad apprendere) Responsible Management of the Value Chain (Creazione di valore e crescita). Richiedono, inoltre, una riduzione della pressione fiscale, un alleggerimento della burocazia e degli incentivi pe gli investimenti. 

«I giovani hanno una grande voglia di contribuire all'imprenditorialità, alla crescita e all'innovazione collettiva, e
nel mondo rappresentato da Confcommercio questo è ancora più eclatante: turismo, servizi, commercio sono settori ricchi di opportunità», osserva Andrea Colzani presidente dei Giovani Imprenditori di Confcommercio. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma