Conad, con acquisizione Auchan scalza Coop e diventa leader in Italia

Martedì 14 Maggio 2019
(Teleborsa) - Con l'acquisizione delle attività italiana retail di Auchan, Conad diventerà il gruppo leader in Italia nella grande distribuzione, scalzando le Coop, con una quota di mercato che salirà dal 13 al 19% e un fatturato aggregato che, su base pro-forma e facendo riferimento ai dati 2018, si attesta a 17,1 miliardi di euro. Il closing della fusione del secondo e quinto gruppo nella gdo in Italia – Conad nel 2018 ha generato 13,4 miliardi di euro di fatturato attraverso 3.300 negozi mentre Auchan ha realizzato 3,7 miliardi di euro di ricavi attraverso 1.600 negozi a marchio Auchan e Simply e l'impiego di 18 mila persone – è atteso nel secondo semestre del 2019 ed è soggetto all'approvazione dell'antitrust.

Il valore della maxi acquisizione fatta da Conad con il supporto di Wrm group – società specializzata nel Real estate commerciale che fa capo al finanziare Raffaele Mincione – secondo indiscrezioni è vicino al miliardo di euro per un perimetro che comprende 1600 punti vendita. All'esito dell'operazione Mincione sarà proprietario degli immobili di Auchan Retail Italia che affitterà a Conad.

La decisione dei francesi, seguiti da Credit Agricole, è stata dettata dalle difficoltà di rilanciare le loro attività in Italia. Nel 2018 Auchan Italia ha, infatti, subito una svalutazione per 440 milioni contribuendo alla perdita di quasi un miliardo di euro del gruppo.

"Oggi nasce una grande impresa italiana, che porterà valore alle aziende e ai consumatori italiani – ha affermato Francesco Pugliese, amministratore delegato di Conad –. Siamo soddisfatti di aver acquisito e riportato nelle mani di imprenditori italiani una rete di distribuzione di grande valore, che sta attraversando un periodo di difficoltà ma che ha grandi potenzialità ed è complementare a quella di Conad".

In seguito all'annuncio dell'accordo per la cessione a Conad del Gruppo Auchan Retail Italia, Filcams-Cgil ha affermato, in una nota, che
"è assolutamente prioritario attivare rapidamente un confronto con tutti gli attori di questa operazione commerciale per ottenere garanzie sul futuro dei quasi 20mila addetti interessati dal passaggio" scongiurando "esuberi e licenziamenti o anche sensibili peggioramenti delle condizioni attuali di lavoro". Il sindacato chiesto di "conoscere il piano industriale di Conad e le intenzioni dell'impresa rispetto al mantenimento del perimetro della rete vendita acquisita dalla multinazionale francese". Ultimo aggiornamento: 15 Maggio, 10:40 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, mille guai e un miracolo: per Natale i turisti in aumento

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma