Commissione UE, obiettivo industria europea il 20% del PIL

Martedì 23 Ottobre 2018
(Teleborsa) - Affinché l'Unione europea possa sviluppare la sua posizione sul mercato globale e le imprese europee possano rimanere competitive e conseguire l'obiettivo condiviso di far sì che l'industria europea rappresenti il 20% del PIL dell'UE "è necessario incentivare maggiormente le aziende a innovarsi e a sostenere e rafforzare le competenze dell'Unione".

Per vincere questa sfida e al fine di mantenere una solida base industriale in Europa, è tuttavia necessario che la Commissione UE valuti "l'impatto che la concorrenza internazionale sleale sta avendo sul mercato interno europeo, prendendo in considerazione la concorrenza globale indicata dal settore industriale", individuando al contempo "i mercati rilevanti ai fini della valutazione delle fusioni e delle acquisizioni", salvaguardando "occupazione e competenze industriali".

E' quanto chiede in un'interrogazione alla Commissione UE l'europarlamentare spagnolo Edouard Martin (Alleanza progressista di Socialisti e Democratici) in tema di un mercato equo per le industrie. In particolare, chiede come la Commissione possa garantire che le sue decisioni assicurino "il giusto equilibrio tra la salvaguardia dei posti di lavoro e delle competenze industriali e l'applicazione delle norme europee in materia di concorrenza" e "di quali strumenti efficaci dispone la Commissione per difendere l'industria dell'UE dalle pratiche espansionistiche aggressive dei suoi rivali".

(Foto: Lukasz Kobus - © Unione Europea) © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

M5S e Lega, il diverso approccio al governo delle cose

Colloquio di Alvaro Moretti e Simone Canettieri