Codice appalti, Salvini: entro inizio dicembre in Consiglio dei Ministri

Codice appalti, Salvini: entro inizio dicembre in Consiglio dei Ministri
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 23 Novembre 2022, 18:00
(Teleborsa) - Il ministro delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili, Matteo Salvini, ha annunciato che il nuovo Codice degli Appalti arriverà in Consiglio dei Ministri entro inizio dicembre. Intervenendo in videocollegamento all'assemblea Anci Salvini ha aggiunto: "stiamo raccogliendo le riflessioni di tutti per poi arrivare a sintesi per fare sì che il Codice degli appalti diventi uno strumento di lavoro e non di tortura come in passato". Per quel che riguarda invece le risorse che il Ministero metterà a disposizione per il trasporto pubblico locale, il ministro ha spiegato che "non c'è ancora la cifra finale": "contiamo che ci siano almeno 500 milioni, diciamo dai 500 in su". Salvini si è poi rivolto ai sindaci, sottolineando che "le porte del dicastero delle Infrastrutture e dei Trasporti sono spalancate per gli amministratori locali".

In mattinata il ministro aveva incontrato il responsabile della Lega in Calabria, Giacomo Saccomanno. "Al centro del colloquio – si legge in una nota del Ministero –, le scelte del governo e del Mit in particolare a favore della regione". "Nello specifico – aggiunge la stessa nota –, si tratta del rifinanziamento per lavori di sistemazione della Statale 106 Jonica. A proposito della SS182 Trasversale delle Serre, invece, il via alle ruspe è previsto l'estate prossima. Il tutto senza dimenticare il Ponte sullo Stretto, su cui Salvini ha confermato massima determinazione. Salvini e Saccomanno hanno anche fatto il punto della situazione sull'Alta Velocità Ferroviaria Salerno-Reggio Calabria".

Il ministero ha inoltre annunciato che sono stati sbloccati i lavori della diga di Pietrarossa in Sicilia dopo 40 anni dal suo concepimento e dopo 25 anni di fermo del cantiere. Per il ministro Matteo Salvini si tratta di "un intervento di eccezionale attualità in un periodo di siccità come quello che stiamo vivendo, trattandosi di una grande diga vigilata dal Mit e che alimenta, con i suoi 45 milioni di metri cubi di invaso, la dotazione del sistema idrico più importante della Sicilia, quello che irriga ben 17.500 ettari della piana di Catania". Dal ministero hanno fatto sapere che entro il prossimo 31 dicembre sarà pubblicato il bando dei lavori che avranno concreto avvio nei primi sei mesi del 2023 e si concluderanno nel 2026. L'intervento ha un importo complessivo di 82,2 milioni di euro.






E' in corso una riunione al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti tra l'assessore della Regione Veneto Elisa De Berti con l'ad di Anas Aldo Isi e il direttore generale del Mit per le strade e le autostrade e la vigilanza sui contratti concessori autostradali Felice Morisco. All'ordine del giorno la modernizzazione e lo sviluppo delle infrastrutture in Veneto. Il Vicepremier e Ministro Matteo Salvini ha ribadito "l'assoluto impegno per dare risposte a tutte le esigenze di una delle regioni piu' produttive d'Europa. Da troppi anni il Veneto aspetta soluzioni ai problemi infrastrutturali".


© RIPRODUZIONE RISERVATA