Cina, banca centrale: nuove misure per stabilizzare la crescita

Cina, banca centrale: nuove misure per stabilizzare la crescita
2 Minuti di Lettura
Martedì 18 Gennaio 2022, 11:15

(Teleborsa) - La People's Bank of China (PBOC) si muoverà per stabilizzare l'economia con l'introduzione di ulteriori misure di politica monetaria. Lo ha affermato Liu Guoqiang, vice governatore della banca centrale di Pechino, durante una conferenza stampa. Gli annunci odierni seguono le mosse della PBOC di ieri, quando ha abbassato il tasso sui prestiti a medio termine di 10 punti base al 2,85% per la prima volta in quasi due anni (dall'aprile 2020).

Il funzionario della banca centrale ha evidenziato che la PBOC amplierà l'uso degli strumenti di politica monetaria per prevenire un "collasso" del credito. "Dovremmo muoverci, rendere le nostre operazioni lungimiranti e rispondere ai timori generali del mercato in maniera tempestiva", ha aggiunto. Inoltre, è stato segnalato che c'è ancora spazio per ridurre i coefficienti di riserva obbligatoria (RRR) delle banche, ovvero la quantità di denaro che le banche devono detenere come riserve. La possibilità è comunque minore rispetto al passato, in quanto sono già stati diminuiti, ha sottolineato Liu Guoqiang.

Il vice governatore ha affermato che la People's Bank of China consentirà alla domanda e all'offerta del mercato di svolgere un ruolo determinante nella formazione del tasso di cambio dello Yuan. Ci sono molti fattori che influenzano il tasso di cambio e le fluttuazioni bidirezionali sono la norma, ha spiegato, sottolineando che la PBOC non consentirà movimenti a senso unico nel tasso di cambio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA