Cig e Fondi solidarietà, INPS: "A settembre autorizzate 121,8 milioni di ore"

Cig e Fondi solidarietà, INPS: "A settembre autorizzate 121,8 milioni di ore"
3 Minuti di Lettura
Giovedì 21 Ottobre 2021, 13:45

(Teleborsa) - Il 95% dei 121,8 milioni di ore di Cig ordinaria, deroga e fondi di solidarietà autorizzate nel mese di settembre 2021 riportano la causale "emergenza sanitaria Covid-19". Numeri che fanno salire a 6.380,7 milioni il numero complessivo di ore di cassa integrazione guadagni – di cui 2.687,6 milioni di Cig ordinaria, 2.276,8 milioni per l'assegno ordinario dei fondi di solidarietà e 1.416,2 milioni di Cig in deroga – autorizzate nel periodo dal 1 aprile 2020 al 30 settembre 2021 a causa della pandemia. È quanto emerge dall'aggiornamento di settembre dell'Osservatorio sulla cassa integrazione dell'Inps.

Nel dettaglio a settembre le ore di Cig ordinaria autorizzate sono state 36,9 milioni, di cui quasi il 50% per emergenza sanitaria, con una variazione congiunturale del -10,4% rispetto ad agosto, con 41,2 milioni. Un numero nettamente inferiore anche al dato relativo a settembre 2020 pari a 94,2 milioni di ore. Per la Cig straordinaria di settembre sono state autorizzate 15,4 milioni di ore, di cui 6,2 per solidarietà, con un incremento del 46% rispetto a settembre 2020 (10,5 milioni). La variazione congiunturale rispetto ad agosto 2021 è pari al -16,4%. Gli interventi di Cig in deroga sono stati pari a 21,7 milioni di ore, con un decremento del 63,4% rispetto ad agosto, mentre rispetto a settembre 2020 (46 milioni di ore) si registra una variazione tendenziale del -52,9%. Il numero di ore autorizzate nel mese di settembre 2021 nei fondi di solidarietà è pari a 47,8 milioni, con un decremento del 46,7% rispetto ad agosto e una variazione tendenziale del -54,1% rispetto a settembre 2020 (104,2 milioni). Complessivamente nel mese di settembre 2021 sono state autorizzate con causale "emergenza sanitaria Covid 19" 87,5 milioni di ore, con un decremento del 51,5% rispetto alle ore autorizzate ad agosto 2021. Le autorizzazioni – fa sapere l'Inps – si riferiscono: a 3.391 aziende per la Cig ordinaria con 18,2 milioni di ore, a 15.125 aziende per l'assegno ordinario con 47,6 milioni di ore e a 39.979 aziende per la Cig in deroga con 21,7 milioni di ore.

Riguardo la cassa integrazione ordinaria, i settori con il maggior numero di ore autorizzate sono: "industrie tessili e abbigliamento" con 8,1 milioni di ore; "pelli cuoio e calzature" con 4,9 milioni di ore; "metallurgia" con 2,5 milioni di ore. Questi tre settori assorbono l'85% delle ore autorizzate nel mese di settembre. Per la cassa integrazione in deroga il settore con il maggior numero di ore autorizzate è il "commercio" con 9,8 milioni di ore; seguono "alberghi e ristoranti" con 4,2 milioni; "attività immobiliari, noleggio, informatica, ricerca, servizi alle imprese" con 2,8 milioni di ore. Questi tre settori assorbono il 78% delle ore autorizzate a settembre per le integrazioni salariali in deroga. Nel mese di settembre 2021 i settori con più ore autorizzate nei fondi di solidarietà sono: "alberghi e ristoranti" con 15,1 milioni di ore; "attività immobiliari, noleggio, informatica, ricerca, servizi alle imprese" con 12,9 milioni di ore; "commercio" con 7,3 milioni di ore.

A livello regionale, è la Lombardia che ha avuto, nel mese di settembre 2021, il maggior numero di ore autorizzate di Cig ordinaria con 4,5 milioni di ore, seguita da Puglia e Campania con rispettivamente 3,1 e 1,9 milioni di ore. Per quanto concerne la Cig in deroga le regioni per le quali sono state autorizzate il maggior numero di ore sono state: Lombardia con 5,2 milioni di ore, Lazio con 3,5 milioni di ore e Campania con 2,7 milioni di ore. Per i fondi di solidarietà, le autorizzazioni si concentrano nel Lazio (10,4 milioni di ore), Lombardia (8,3 milioni), Campania (5,4 milioni), Piemonte (4,6 milioni).

© RIPRODUZIONE RISERVATA