Cifa aderisce all’Asse.Co. promosso dai Consulenti del Lavoro

Lunedì 11 Novembre 2019
Andrea Cafà Presidente Cifa
Sempre più imprese coinvolte nel sistema dell’Asse.Co. Si tratta della certificazione rilasciata dai Consulenti del Lavoro Asseveratori per attestare la regolarità contributiva e retributiva dei rapporti di lavoro. È stato firmato a Roma il protocollo d’intesa tra la Fondazione Studi Consulenti del Lavoro e la Confederazione Italiana delle Federazioni Autonome (Cifa) con l’obiettivo di ampliare le opportunità dell’asseverazione - istituita con il protocollo d’intesa tra il Consiglio Nazionale dell’Ordine e il ministero del Lavoro nel 2014, cui ha fatto seguito nel 2016 l’accordo con l’Ispettorato Nazionale del Lavoro - e di garantire una maggiore efficienza del mercato del lavoro attraverso il contrasto al lavoro sommerso e irregolare.

Le parti si sono impegnate ad avviare una collaborazione che favorisca nuove prospettive di sviluppo e di crescita del sistema produttivo mediante il sistema volontario di verifica dei rapporti di lavoro - avviati dalle aziende aderenti all’Asse.Co. - e la promozione del pieno rispetto della legislazione vigente in materia giuslavoristica e previdenziale, di cui i consulenti del lavoro si fanno garanti. Nei prossimi mesi Fondazione Studi e Cifa daranno il via ad alcuni progetti utili a divulgare alle aziende e ai Consulenti del Lavoro i vantaggi dell’asseverazione, soprattutto in termini di diffusione della cultura della legalità, di qualità dell’organizzazione aziendale e di riduzione degli accessi ispettivi, che in questo modo saranno orientati in via prioritaria verso le imprese non ancora in possesso della certificazione di regolarità contributiva e retributiva.

A margine della firma, il presidente della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro, Rosario De Luca, ha dichiarato che saranno messe in campo «tutte le iniziative necessarie a diffondere la validità dell’accordo e i principi portanti dell’Asse.Co., anche tramite eventi divulgativi e formativi realizzati sia all’interno della categoria sia su tutto il territorio nazionale». «Una procedura, quella dell’Asse.Co., che porta le aziende a ottenere non solo un vero e proprio marchio di legalità – ha sottolineato De Luca – ma anche un audit interno con cui procedere nel pieno rispetto delle norme e quindi dell’etica del lavoro».

«Grazie alla collaborazione con la Fondazione Studi Consulenti del Lavoro aiuteremo le imprese sane a crescere meglio. Le imprese hanno bisogno di servizi validi, e la possibilità di certificare la regolarità delle procedure interne attraverso l’Asse.Co. è sicuramente uno di questi. Ecco perché sosterremo la proposta dei Consulenti del Lavoro al governo di introdurre un sistema premiante negli appalti per le aziende che ottengono questa certificazione. L’intesa, inoltre, si inserisce nel percorso di valorizzazione di nuovi modelli di relazioni industriali e di rappresentatività e diventa strumento di lotta al dumping contrattuale», ha commentato invece Andrea Cafà presidente di Cifa.  © RIPRODUZIONE RISERVATA