Cattolica Assicurazioni spicca il volo in Borsa dopo ingresso Generali

Giovedì 25 Giugno 2020

Effervescente Cattolica Assicurazioni, che fa un balzo del 37% a 4,94 euro in Borsa, dopo l'annuncio dell'ingresso di Generali nel capitale (con un investimento di 300 milioni), divenendo primo azionista e partner stategico della compagnia. Fra i punti chiave dell'accordo anche la trasformazione da cooperativa in spa di Cattolica.

L'operazione prevede un aumento di capitale riservato a Generali per un ammontare pari a 300 milioni, «subordinatamente all’approvazione della trasformazione in spa e a talune modifiche statutarie relative alla governance di Cattolica». Prevista l’emissione di 54,054 milioni di azioni di Cattolica a un prezzo di 5,55 euro per azione (contro i 3,61 euro della chiusura di Borsa di mercoledì).

Generali avrà inoltre la facoltà di sottoscrivere pro quota il successivo aumento di capitale in opzione per tutti gli azionisti per un ulteriore controvalore massimo pari a 200 milioni. Dunque, una iniezione di liquidità da complessivi 500 milioni, come chiesto all’inizio del mese scorso dall’Ivass, l’istituto di vigilanza sulle assicurazioni. L’autorità aveva giustificato la richiesta di rafforzamento patrimoniale dopo aver rilevato un indebolimento della posizione di solvibilità del gruppo assicurativo.

 

Ultimo aggiornamento: 26 Giugno, 12:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA