Caro bollette, Draghi contro chi specula promette altri interventi

Caro bollette, Draghi contro chi specula promette altri interventi
2 Minuti di Lettura
Martedì 11 Gennaio 2022, 09:15

(Teleborsa) - Il Premier Mario Draghi torna sul problema del caro bollette e lancia una sfida a chi specula: "Occorre chiedere a chi ha fatto grandissimi profitti dagli aumenti nel prezzo del gas di condividerli con il resto della società".

"La via del sostegno governativo è importante, ma non può essere l'unica", afferma il Premier, aggiungendo che il governo sta pensando di prendere altri provvedimenti per affrontare l'emergenza bollette "nei mesi a seguire", in aggiunta a quanto stanziato nella Manovra "per affrontare l'emergenza bollette nel primo trimestre".

Ricordando che gli aumenti del prezzo del gas dipendono in gran parte da fattori geopolitici, Draghi afferma che il governo italiano ha fatto in UE "varie proposte su come affrontare l'emergenza del prezzo del gas" fra cui quella di avere stoccaggi comuni e di effettuare acquisti comuni. Un punto - ha ricordato il Premier -su cui c'è diversità di vedute ma "niente esclude che alla fine si possa decidere solo per gruppi di paesi che fanno acquisti in comune".

Non accoglie positivamente le promesse di Draghi l'Unione Nazionale Consumatori, affermando che il Premier ha fatto "un passo indietro" rispetto alle rassicurazioni di fine anno, quando aveva "ipotizzato un intervento oltre quello che era stato già deciso" e che teneva conto di "aumenti molto forti ma inferiori a quelli poi visti a fine dicembre".

"Purtroppo in questo trimestre si concentra il 50% dei consumi di gas, mentre dal 15 aprile i caloriferi sono addirittura spenti. Quindi è evidente che un aiuto sarebbe ben più utile ora e non nei trimestri a seguire", afferma Marco Vignola, responsabile del settore energia dell'Unione Nazionale Consumatori.

(Foto: © vchalup / 123RF)

© RIPRODUZIONE RISERVATA