Carige, Mattarella firma decreto. Conte respinge accuse di conflitto d'interesse

Mercoledì 9 Gennaio 2019
(Teleborsa) - Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha firmato il decreto legge su Carige varato ieri (8 gennaio 2019) dal Consiglio dei Ministri, che introduce misure urgenti sull'istituto genovese e a tutela della clientela e dei risparmiatori. Il provvedimento prevede garanzie statali sulle obbligazioni della banca ligure fino a un massimo di 3 miliardi di euro entro il 30 giugno 2019.

I Commissari di Carige hanno fatto sapere che chiederanno l'attivazione della garanzia statale sulla emissione di obbligazioni e che entro fine febbraio 2019 presenteranno un piano industriale credibile non solo dal punto di vista della sostenibilità operativa ma anche, e soprattutto, in termini di attrattività in ottica di aggregazione.

La ricapitalizzazione precauzionale, invece, è da considerarsi un'ipotesi del tutto residuale.

Si tratta di una "misura transitoria ampiamente meditata - ha dichiarato il presidente del Consiglio Giuseppe Conte a
Porta a porta relativamente al decreto legge - . Lo Stato ha offerto una garanzia per nuovi bond perché si è creato uno stallo, per traghettare questo momento. E' un salvagente temporaneamente offerto ma confidiamo che la Carige possa attraversare questo momento e rilanciare. L'intervento è per consentire ai commissari straordinari il consolidamento patrimoniale e il rilancio".

Sulle accuse di conflitto d'interesse lanciate dal Pd, il premier Conte ha replicato: "mi sembra veramente un'assurdità. Ho detto in più occasioni che non ho mai avuto uno studio associato con Alpa. Che Alpa sia stato anche componente del Consiglio di Amministrazione di Carige non vedo quale conflitto di interessi possa realizzare col sottoscritto".



© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il dilemma d inizio primavera: corsa in villa o carbonara?

di Mimmo Ferretti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma