Carige, Blackrock si sfila. Conte: ora soluzione di mercato

Giovedì 9 Maggio 2019
Carige, Blackrock si sfila. Conte: ora soluzione di mercato
A sorpresa il fondo Blackrock si sfila dal salvataggio Carige, aprendo uno scenario di grande incertezza sulle sorti dell'istituto ligure. Dopo lo choc all'annuncio, è già ripreso il lavoro dei commissari straordinari per cercare una soluzione di mercato con investimenti privati, al quale si crede ancora. In ultima istanza resta il paracadute del salvataggio di stato, con 1 miliardo già previsto dal decreto Carige convertito in legge.

Per Carige «è all'ordine del giorno una soluzione di mercato, si chiude una porta se ne apre un'altra: la banca è in condizione di stabilità finanziaria, sono in vigile attesa», ha detto il premier Giuseppe Conte. Pur consapevole che il tempo è poco, anche il ministro dell'Economia Giovanni Tria si dice fiducioso sulla soluzione di mercato, anche alla luce del grande lavoro già fatto dai commissari. Ci sono, nota in particolare Tria, delle condizioni oggettive che giocano in tal senso con convenienze per eventuali investitori.

Blackrock «ha ritenuto di non dare ulteriore corso alla sua iniziale manifestazione di interesse», hanno fatto sapere di prima mattina i tre commissari, dopo aver lavorato senza sosta all'operazione che avrebbe visto il colosso Usa degli investimenti partecipare a un aumento di capitale nell'ordine dei 720 milioni complessivi, con 313 milioni provenienti dalla conversione dell'obbligazione subordinata Carige in capo al consorzio di banche intervenute con lo Schema volontario del Fondo interbancario. Poche le spiegazioni al dietro front di Blackrock arrivato al momento di deliberare l'offerta vincolante, che era attesa entro venerdì 17 maggio secondo la scadenza dell'ultima proroga concessa dalla Bce.

«Il ruolo di fiduciario che riveste BlackRock nei confronti dei propri clienti dei quali gestisce i patrimoni, è sempre stato l'elemento indispensabile nella valutazione di un'opportunità di investimento - ha dichiarato il fondo Usa -. Nonostante tutto il lavoro svolto nelle ultime settimane, compreso il tempo dedicato alla valutazione di possibilità alternative, purtroppo non è stato possibile raggiungere un accordo».

«Siamo al lavoro, e non siamo da soli, per esplorare tutte le possibilità di dare vita comunque a una soluzione privata, di mercato, all'altezza del potenziale della nostra banca», hanno scritto i commissari Fabio Innocenzi, Raffaele Lener e Pietro Modiano ai 4.100 dipendenti dell'istituto. Contatti sarebbero in corso in particolare con investitori istituzionali internazionali, che a valle del lavoro portato avanti su Blackrock troverebbero già spianata la strada del Fondo interbancario, che lunedì aveva approvato lo schema dell'operazione con il gruppo Usa, convocando un'assemblea per la delibera martedì prossimo 14 maggio, al momento confermata.

L'intervento del Fitd era legato a Blackrock, ma l'attesa è evidentemente che il fondo possa giocare comunque un ruolo determinante nelle prossime fasi, avendo già versato 318,2 milioni in Carige a fine novembre. Quando i commissari affermano di non esser da soli al lavoro, andrebbe insomma guardato proprio al Fondo interbancario, oltre alle istituzioni e alla vigilanza: un nuovo consiglio del Fitd è già previsto per lunedì 13 maggio, si apprende da fonti finanziarie, che dovrà prendere atto della nuova situazione e guardare alle decisioni delle autorità.

Rispetto a un possibile intervento su Carige «se ci sono necessità del sistema bancario siamo pronti, come sempre fatto, a giocare un ruolo di 'sistemà purché su basi eque e proporzionali», ha detto l'amministratore delegato di Unicredit Jean Pierre Mustier, rinviando comunque ai contatti in corso tra commissari, Governo e Bce per valutare tale intervento di sistema.



  Ultimo aggiornamento: 19:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA