Caporalato, piano triennale e dieci azioni prioritarie per contrastare fenomeno

Giovedì 17 Ottobre 2019
(Teleborsa) - Il governo dichiara guerra al caporalato, anche attraverso l'istituzione di un tavolo ad hoc ed un fondo di 85 milioni per contrastare il fenomeno.

Aprendo il tavolo sul caporalato, il Ministro del Lavoro Nunzia Catalfo ha spiegato che per combattere questo fenomeno illegale occorre rendere trasparente il processo di selezione del lavoratori, anche attraverso la creazione di un sistema informativo per incrociare domanda e offerta. "Oggi più che mai dobbiamo combattere lo sfruttamento lavorativo. E' un nostro dovere", ha affermato.

Per la lotta al caporalato c'è un piano triennale, che ha una dotazione di 85 milioni per iniziative volte a contrastare questo fenomeno. Vi sono in particolare dieci azioni prioritarie, non solo il sistema informativo, ma anche protezione e assistenza, informazione e sensibilizzazione, vigilanza e contrasto ecc.. Fra queste azioni la gran parte riguardano la prevenzione.

"Finalmente lo Stato ha un piano di prevenzione e contrasto al caporalato" - ha spiegato il Ministro delle Politiche Agricole, Teresa Bellanova - Un lavoro che vede coinvolte tutta la filiera per mettere fuori gioco chi sfrutta. Il caporalato e' mafia, percio' dobbiamo combatterlo con armi nuove.

"Nel piano ci sono 10 azioni prioritarie e impegni precisi, sui quali da subito dobbiamo metterci al lavoro", ha spiegato l Ministro delle Politiche Agricole Teresa Bellanova, aggiungendo che "contro il caporalato, soprattutto in alcune aree di emergenza, si dovrà intervenire d'ora in poi solo con azioni coordinate su alloggi, trasporti, intermediazione legale del lavoro, controlli..

Particolarmente colpita la filiera agroalimentare. "Vogliamo una più equa distribuzione del valore nella filiera agroalimentare e trovare un'alleanza col cittadino", ha affermato Bellanova, ricordando che "se un prodotto viene venduto sotto il costo di produzione, c'è qualcuno che quel costo lo paga, sia il lavoratore in nero o l'azienda agricola o di trasformazione che non ce la fa".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, sul tram 8 l'incontro con l'assassino

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma