Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Btp Italia verso la chiusura: oggi l'ultimo giorno per puntare sul titolo anti-inflazione

Il ministero del Tesoro
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 22 Giugno 2022, 16:44

Va verso i 7 miliardi la raccolta del nuovo Btp Italia anti-inflazione con scadenza giugno 2030. Dopo 5 ore gli ordini per il titolo sono pari a un controvalore di circa un miliardo di euro sulla base di oltre 34mila contratti. Dunque la richiesta complessiva dal avvio dell’operazione scattata il 20 giugno era arrivata a metà giornata a 6,86 miliardi.

Nuovo BTP Italia 2030, ordini per 2,45 miliardi di euro in secondo giorno

LA SCADENZA

Si concluderà oggi 22 giugno la prima fase dell’offerta dedicata ai risparmiatori. La fase sarà sarà invece riservata nella giornata del 23 giugno agli investitori istituzionali. Il nuovo ha una durata di 8 anni e ha una scadenza al 28/06/2030 ed è indicizzato al tasso di inflazione italiana, con cedole corrisposte ogni 6 mesi insieme alla rivalutazione del capitale per effetto dell’inflazione dello stesso semestre. Nel dettaglio, i Btp Italia sono gli unici titoli di Stato italiani indicizzati al tasso di inflazione nazionale. Ogni sei mesi pagano interessi a tasso fisso sul capitale rivalutato all'inflazione del semestre di riferimento, sulla base dell'indice Istat sui prezzi al consumo per famiglie di operai e impiegati (Foi) con esclusione dei tabacchi. Inoltre, con i Btp Italia la rivalutazione del capitale viene corrisposta semestralmente, con un recupero immediato dell'inflazione. In caso di deflazione, le cedole vengono comunque calcolate sul capitale nominale investito, quindi con una protezione estesa non solo alla quota capitale, ma anche agli interessi.

IL CONFRONTO

Il Btp Italia torna, dunque, dopo due anni. La sedicesima edizione, nel maggio 2020, aveva fatto il pieno di richieste con una raccolta di oltre 22 miliardi di euro (di cui 14 miliardi retail e più di 8 miliardi dagli istituzionali) quando però l’inflazione era ai minimi ed era interamente dedicata al reperimento delle risorse per finanziare le spese di emergenza per il Covid-19. Oggi la situazione è completamente diversa considerata la fiammata dei prezzi. Intanto si assesta a quota 195,5 punti base dopo la salita in mattinata il differenziale tra Btp italiani e bund decennali tedeschi. In calo di 4 punti il rendimento annuo italiano al 3,635%, mentre i titoli di Berlino riconoscono una cedola dell’1,678% (-8,7 punti base).

© RIPRODUZIONE RISERVATA