Brexit, nuove regole per merci dall'Europa dall'1 ottobre: ma i controlli sono rinviati

Brexit, nuove regole per merci dall'Europa dall'1 ottobre: ma i controlli sono rinviati
di R. Ec.
3 Minuti di Lettura
Domenica 26 Settembre 2021, 15:37 - Ultimo aggiornamento: 17:09

Doveva scattare dal prossimo 1° ottobre la fase 2 per le esportazioni di merci dall'Europa verso la Gran Bretagna, dopo la Brexit divenuta operativa dal primo gennaio di quest'anno. Uno spauracchio anche per molte aziende italiane che si preparavano a fare i contri con procedure di controllo molto più rigororose e complesse. Ma il rischio di ripercussioni su negozi e supermercati britannici ha indotto il governo guidato da Boris Johnson a prendere ancora un po' di tempo, rinviando quindi alcune scadenze delicate. Nelle ultimissime ore poi è arrivata una decisione che va nella stessa linea: è stato stabilito di concedere visti temporanei ai camionisti stranieri, decisivi per l'approvvigionamento di carburante nelle stazioni di servizio, presso le quali si erano formate lunghe file.

Malgrado la Brexit, gli italiani sentono più vicino il Regno Unito: sale il gradimento di Uk

Brexit, la marcia indietro sui certificati

Per quanto riguarda i prodotti agroalimentari, l'esecutivo britannico ha deciso di far slittare in avanti le date di due adempimenti molto importanti relativi ai beni di origine animale o che contengono sottoprodotti animali, adempimenti che di fatto avrebbero equiparato le norme per il flusso commerciale dall'Europa con quelle in vigore per il resto del mondo. In particolare l'obbligo di prenotifica di questo tipo per questo tipo di importazioni diventerà operativo dal primo gennaio del prossimo anno invece che dal primo ottobre. Mentre quello che avrebbe imposto a questa categoria di merci di essere accompagnate da certificati sanitari scatterà dal primo luglio 2022: anche in questo caso la scadenza era fissata al primo ottobre.

L'obbligo di passaporto

Resta invece valido il requisito del passaporto per entrare in Gran Bretagna, anche questo fissato al primo ottobre. Non sarà quindi più possibile, con alcune limitate eccezioni, usare la carta di identità per entrare e uscire dal Paese. L'obbligo del passaporto riguarda anche gli autotrasportatori che quindi dovranno esserne muniti per poter entrare nel Regno Unito con le merci dei propri camion.

© RIPRODUZIONE RISERVATA