Borse europee toniche. Piazza Affari inclusa

Venerdì 27 Novembre 2020

(Teleborsa) - Bilancio positivo per i mercati finanziari del Vecchio Continente, ad eccezione di Londra che resta negativa. Gli acquisti diffusi interessano anche il FTSE MIB, che si muove sulla stessa onda rialzista degli altri listini di Eurolandia. A sostenere il sentiment dei mercati contribuiscono le speranze degli investitori legate alle notizie sui vaccini sperimentali anti Covid.

Sul mercato Forex, l'Euro / Dollaro USA continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,1%. Nessuna variazione significativa per l'oro, che scambia sui valori della vigilia a 1.806,5 dollari l'oncia. Lieve calo del petrolio (Light Sweet Crude Oil), che scende a 45,49 dollari per barile.

Consolida i livelli della vigilia lo spread, attestandosi a +116 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona allo 0,57%.

Tra i listini europei resistente Francoforte, che segna un piccolo aumento dello 0,30%, sostanzialmente debole invece Londra, che registra una flessione dello 0,35%. Parigi avanza dello 0,53%. Lieve aumento per la Borsa Milanese, con il FTSE MIB che sale dello 0,46% a 22.303 punti; sulla stessa linea, piccolo scatto in avanti per il FTSE Italia All-Share, che arriva a 24.223 punti.

Buona la performance a Milano dei comparti telecomunicazioni (+2,01%), materie prime (+1,45%) e tecnologia (+1,33%).

In fondo alla classifica, sensibili ribassi si manifestano nel comparto viaggi e intrattenimento, che riporta una flessione di -0,64%.

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Hera (+3,95%), Telecom Italia (+3,01%), BPER (+1,95%) e DiaSorin (+1,77%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Pirelli, che continua la seduta con -1,42%.

Leonardo scende dell'1,15%.

Si muove sotto la parità Mediobanca, evidenziando un decremento dello 0,74%.

Contrazione moderata per Unipol, che soffre un calo dello 0,73%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Mutuionline (+5,87%), Guala Closures (+2,73%), El.En (+2,63%) e Mediaset (+2,45%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Salini Impregilo, che continua la seduta con -4,14%.

Calo deciso per Cerved Group, che segna un -1,62%.

Sotto pressione Banca MPS, con un forte ribasso dell'1,55%.

Soffre doValue, che evidenzia una perdita dell'1,42%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA