Borse europee toniche

Borse europee toniche
2 Minuti di Lettura
Lunedì 6 Dicembre 2021, 11:30

(Teleborsa) - Bilancio positivo per i mercati finanziari del Vecchio Continente. dopo la scorsa settimana altalenante dovuta ai timori per la variante Omicron e per un innalzamento dell'inflazione. Tuttavia, il dato deludente sul mercato del lavoro americano ha indotto gli investitori a pensare che la Fed manterrà la sua politica accomodante. Gli acquisti diffusi interessano anche il FTSE MIB, che si muove sulla stessa onda rialzista degli altri listini di Eurolandia, grazie anche all'agenzia Fitch che ha migliorato di un livello il rating sul debito sovrano.

Sul mercato valutario, poco mosso l'Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,13. L'Oro è sostanzialmente stabile su 1.779,7 dollari l'oncia. Sessione euforica per il greggio, con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che mostra un balzo del 2,82%.

Retrocede di poco lo spread, che raggiunge quota +129 punti base, mostrando un piccolo calo di 2 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta allo 0,92%.

Tra i listini europei piccoli passi in avanti per Francoforte, che segna un incremento marginale dello 0,25%, ben impostata Londra, che mostra un incremento dello 0,71%, e giornata moderatamente positiva per Parigi, che sale di un frazionale +0,51%. Giornata di guadagni per la Borsa di Milano, con il FTSE MIB, che mostra una plusvalenza dello 0,72%; sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share fa un piccolo salto in avanti dello 0,69%, portandosi a 28.635 punti.

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, in primo piano Banca Generali, che mostra un forte aumento del 2%.

Tonica Banco BPM che evidenzia un bel vantaggio dell'1,92%.

In luce Pirelli, con un ampio progresso dell'1,80%.

Andamento positivo per Buzzi Unicem, che avanza di un discreto +1,76%.

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Telecom Italia, che prosegue le contrattazioni a -3,60%.

Seduta negativa per DiaSorin, che mostra una perdita dell'1,92%.

Sotto pressione Leonardo, che accusa un calo dell'1,20%.

Sottotono Amplifon che mostra una limatura dello 0,69%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Banca MPS (+3,17%), Maire Tecnimont (+3,04%), Credem (+2,99%) e Danieli (+2,69%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Alerion Clean Power, che continua la seduta con -1,75%.

Scivola Garofalo Health Care, con un netto svantaggio dell'1,47%.

In rosso GVS, che evidenzia un deciso ribasso dell'1,20%.

Spicca la prestazione negativa di Saras, che scende dell'1,18%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA