SPREAD

Borse europee: chiusura positiva grazie all'allentamento delle tensioni tra Usa e Cina

Giovedì 7 Novembre 2019
Chiususa positiva per le principali Borse europee grazie all'allentamento delle tensioni sul fronte commerciale, con Stati Uniti e Cina che marciano verso un accordo su un graduale ritiro dei reciproci dazi sulle importazioni.  Parigi ha concluso la seduta con un +0,41%, Madrid con +0,4% circa, Londra sulla parità e Francoforte con +0,83%.

Occhi ancora puntati sulle trimestrali, che a livello europeo stanno registrando risultati mediamente superiori alle attese, cosa che conforta gli investitori che temevano gli effetti di un rallentamento economico. Anche Piazza Affari (+0,56%) è stata sostenuta da una serie di risultati di bilancio positivi, a partire da quella di Unicredit (+5,96%), ai massimi da aprile. La banca ha anche ceduto l'intera quota in Mediobanca (-1,76% il titolo), cosa che ha spinto a livelli che non si vedevano dal 2008 il titolo di Generali (+3,41%, sopra 19 euro per azione): gli operatori si interrogano sulle possibili evoluzioni dei rapporti di forza nel suo azionariato, in cui Mediobanca detiene il 13%. Generali è anche sostenuta dai conti, con l'utile operativo in rialzo del 9,1%. Sul Ftse Mib a passo rapido anche il lusso (Moncler +4,83%) e i titoli esposti al braccio di ferro Usa-Cina, come StMicroelectronics (+1,89%) e gli industriali.

In coda le utility, con il settore fanalino di coda in tutta Europa. Sul mercato valutario, l'euro è poco mosso e vale 1,1047 dollari (1,1044 in avvio e 1,1071 ieri), mentre contro yen vale 120,73 (120,673 all'apertura e 120,737 ieri). Il dollaro/yen è a 109,285. 
  Ultimo aggiornamento: 18:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

L’asse Ficcardi–Cacciatore, la coppia che punta l’indice

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma