SPREAD

Chiusura in calo per le principali Borse europee, tranne per Piazza Affari che termina la seduta in rialzo

Giovedì 31 Ottobre 2019
Chiusura in calo per le principali Borse europee. La peggiore è stata Londra (-1,1%) a 7.248 punti, seguita da Parigi (-0,6%) a 5.729 punti, Francoforte (-0,3%) a 12.866 punti e Madrid (-0,2%) a 9.257 punti.

A Piazza Affari è stata una giornata dominata dal brillare di Fca (+8,2%) , terminata in rialzo (+0,2%), in
controtendenza rispetto alle altre Piazze europee. Sulla scia dell'operazione automobilistica transalpina, in luce Exor
(+5,6%). Guadagni per A2a (+2,7%) in attesa dei conti previsti positivi dagli analisti. Positivi Enel (+0,5%), Campari (+0,7%) e le utility. Bene Atlantia (+0,8%) dopo i dati sul traffico dei primi nove mesi.

Nonostante il prezzo del greggio in calo (wti -1,9%) pena ancora Pirelli (-0,1%) col rinvio del piano e hanno perso i
petroliferi, come nel resto del Vecchio Continente: giù Tenaris (-3,2%) dopo i conti, Saipem (-1,2%) e Eni (-0,9%).
In ordine sparso le banche, con lo spread che ha chiuso appena sotto 133 punti. In calo Fineco (-1,1%), Unicredit (-1%) e Intesa (-0,1%), in rialzo Bper (+0,3%) e Banco Bpm (+0,2), piatta Ubi (-0,04%). Perdite per Recordati (-0,9%) dopo i conti e per Stm (-1,6%) come per gli altri tecnologici in Europa. Tra i costruttori rosso per Buzzi (-1,9%). Ultimo aggiornamento: 18:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

L’asse Ficcardi–Cacciatore, la coppia che punta l’indice

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma