SPREAD

Borse europee chiudono deboli

Giovedì 17 Ottobre 2019
Dopo una seduta in positivo i listini europei chiudono deboli la giornata, complice anche il rallentamento di Wall Street. Oltre a Milano (-0,23%), Parigi ha ceduto lo 0,42% e Francoforte lo 0,12% mentre Londra, unica positiva, è avanzata dello 0,2%. Da Oltreoceano, inoltre, non sono arrivati segnali confortanti sul fronte macroeconomico: a settembre la produzione industriale negli Stati Uniti è diminuita più del previsto, dello 0,4%, registrando il peggior calo da aprile (gli analisti stimavano -0,2%) e anche le condizioni del settore manifatturiero nell'area di Philadelphia sono migliorate meno del previsto, a ottobre; per contro Morgan Stanley ha chiuso il trimestre con conti migliori del consensus.

A Piazza Affari ancora in luce il settore bancario, in particolare con Mediobanca (+1,4%), mentre si avvicinano scadenze importanti, come l'assemblea dei soci del 28 ottobre e il piano industriale del 12 novembre. Continuano a distinguersi le Poste Italiane (+1,1%), sugli scudi da giorni, con la capitalizzazione al record di oltre 14 miliardi di euro. Tra i titoli meno brillanti anche i petroliferi, che scontano la debolezza del greggio: Tenaris lascia sul terreno l'1,2%, Saipem lo 0,8% ed Eni lo 0,5% Ultimo aggiornamento: 18:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sturni, Stefàno e Frongia: la corsa nel M5S che verrà

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma