Boom di certificati d malattia all'INPS: effetto Green Pass obbligatorio

Boom di certificati d malattia all'INPS: effetto Green Pass obbligatorio
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 20 Ottobre 2021, 09:15

(Teleborsa) - Prosegue l'impennata dei certificati di malattia arrivati all'INPS, in coincidenza con l'efficacia dell'obbligo di Green Pass sui luoghi di lavoro. Una misura contestatissima che ha già dato luogo a proteste in molte piazze d'Italia da parte dei No vax.

Secondo quanto comunicato dall'INPS, i certificati di malattia arrivati sino a martedì 19 ottobre sono stati 83.078, a fronte dei 74.724 arrivati fino a martedì 12 ottobre, con un incremento dell'11,2% in una sola settimana. Lunedì l'aumento era stato del 14,6% e venerdì scorso, giorno dell'entrata in vigore del Green Pass obbligatorio, addirittura del 22%.

Un trend annunciato dagli ordini dei medici, che si erano tutelati con il rilascio dei certificati solo "in presenza" e dietro regolare visita medica, ma evidentemente il sistema ha rivelato qualche falla.

Se da un lato sono aumentati i certificati di malattia, dall'altro il Green Pass ha fatto lievitare anche il numero di tamponi effettuati. Il numero dei Green Pass scaricati ha ampiamente superato il milione (per l'esattezza 1.049.384), ma la gran parte (circa 914 mila) sono stati scaricati a seguito di tampone e solo 130 mila in seguito a vaccinazione. Vinta la prova di resistenza delle farmacie, che sinora hanno tenuto l'ondata di tamponi di massa.

Sul fronte campagna vaccinale, le prime dosi si sono fermate a 44.376, superate dalla terza dose che ha coinvolto 49.660 italiani. Le persone completamente vaccinate hanno raggiunto quota 89.078.

© RIPRODUZIONE RISERVATA