Bonus mobilità, ecco il nuovo sconto per bici e monopattini: requisiti e come richiederlo

Il nuovo bonus mobilità è legata alla rottamazione di un altro veicolo
3 Minuti di Lettura
Lunedì 7 Febbraio 2022, 15:38 - Ultimo aggiornamento: 8 Febbraio, 09:17

Via al nuovo bonus mobilità con tanto di regole fissate dall'Agenzia delle entrate. Dal 13 aprile e fino al 13 maggio 2022 chi ha rottamato un vecchio veicolo (categoria M1) e ha acquistato un mezzo più "green" tra agosto e dicembre 2020 potrà trasmettere all'Agenzia delle Entrate il modello per ottenere un credito di imposta fino a 750 euro per l'acquisto di biciclette, monopattini elettrici, e-bike. Lo sconto fiscale riguarda anche gli utenti che si siano abbonati al servizio pubblico oppure ai servizi di car sharing.

Superbonus 110%, stretta dal 7 febbraio: il credito fiscale può essere ceduto una sola volta. Via alle comunicazioni via web

Il bonus può essere fatto valere solo nella dichiarazione dei redditi. A fine gennaio, infatti, un provvedimento firmato dal Direttore dell'Agenzia delle Entrate, Ernesto Maria Ruffini, ha definito i criteri e le modalità di fruizione dell'agevolazione prevista dal Dl Rilancio. In quell'occasione è stato approvato anche il modello di comunicazione che i contribuenti dovranno trasmettere alle Entrate. Per accedere all'agevolazione, nel limite complessivo di spesa di 5 milioni di euro, è necessario aver consegnato per la rottamazione, nello stesso periodo, contestualmente all'acquisto di un veicolo, anche usato, con emissioni di CO2 comprese tra 0 e 110 g/km, un secondo veicolo di categoria M1 (automobili) rientrante tra quelli previsti dalla normativa in materia.

Bonus mobilità: come fare domanda?

Per fruire del bonus mobilità occorrerà comunicare alle Entrate, dal 13 aprile al 13 maggio 2022, l’ammontare delle spese sostenute e il credito d’imposta richiesto inviando il modello approvato con il Provvedimento di oggi utilizzando il servizio web disponibile nell’area riservata del sito o i canali telematici dell’Agenzia. Il credito d’imposta è utilizzabile esclusivamente nella dichiarazione dei redditi in diminuzione delle imposte dovute e può essere fruito non oltre il periodo d’imposta 2022. Entro 10 giorni dalla scadenza del termine di presentazione dell’istanza sarà resa nota la percentuale di credito d’imposta spettante a ciascun soggetto richiedente, sulla base delle richieste ricevute e tenuto conto del limite di spesa di 5 milioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA