Bonus casalinghe 2021, a chi spetta e i requisiti che servono per fare la domanda

Bonus casalinghe 2021, ecco a chi spetta e i requisiti che servono per fare la domanda
di Roberta Amoruso
4 Minuti di Lettura
Sabato 10 Aprile 2021, 16:13 - Ultimo aggiornamento: 11 Aprile, 10:22

C'è anche il bonus casalinghe tra le misure in campo per l'inclusione delle donne, tra le categorie più penalizzate dala pandemia. Il decreto Agosto varato dal precedente governo conteneva infatti anche un fondo d’inclusione ‘rosa’ per le casalinghe, detto bonus casalinghe, con uno stanziamento di circa 3 miliardi. Un intervento nelle intenzioni della ministra per le Pari Opportunità Elena Bonetti, che sottolinea l’importanza delle politiche inclusive e di qualificazione professionale, ovverosia garantire alle donne la possibilità di scelta in termini professionali.

Bonus Inps da 2.400 euro, come fare la domanda: via ai bonifici automatici

La platea interessata

L’Istat ha rilevato nel 2017 circa 7 milioni di casalinghe, ossia donne che non lavorano ma hanno scelto, o si sono viste di fatto costrette a farlo, di prendersi cura a tempo pieno della casa e della famiglia. Nel Sud del Paese si concentra il 51% delle casalinghe, mentre il restante 49% si distribuisce fra Centro e Nord.

Bonus baby sitter, domande al via: dai requisiti agli importi, tutte quello che c'è da sapere

L'obiettivo

In realtà, non si tratta di soldi che entreranno materialmente nelle tasche delle casalinghe, bensì di una serie di misure volte a colmare il crescente divario rispetto agli uomini. Nello specifico, il fondo serve alla promozione della formazione professionale di tutte quelle donne che svolgono lavori domestici, al fine di garantire maggiori opportunità occupazionali e quindi di scelta più libera e consapevole.Si tratta dunque di un credito per la frequentazione gratis  di corsi formazione volti a garantire alle donne disoccupate casalinghe possibilità eventuali di accesso nel mondo del lavoro.

Reddito di emergenza, a chi spetta (e come richiederlo): domande da oggi, fino a 840 euro al mese

A chi spetta

Il bonus casalinghe 2021 spetta a tutte le donne che si occupano della cura di casa e famiglia, a patto che rispettino determinati requisiti e alle donne che scelgono la vita di casa non avendo altre possibili prospettive da valutare per l’inserimento nel mondo del lavoro. I requisiti da soddisfare per accedere al bonus casalinghe 2021 sono i seguenti: è necessario essere casalinghe disoccupate; essere cittadine italiane o anche straniere purchè in possesso di regolare permesso di soggiorno. Non sono richiesti particolari requisiti Isee per l’accesso al bonus casalinghe 2021.

Assegno unico figli 2021, niente bonus senza Isee: è assedio ai Caf

Come funziona

Pur essendo chiamato bonus non prevede l’erogazione di un assegno ma si tratta di un incentivo per permette alle donne che si occupano a tempo pieno di casa e famiglia di partecipare gratuitamente a corsi di formazione. viene, infatti, dato sotto forma un credito per seguire particolari corsi di formazione per inserimento nel mondo del lavoro in modo da sostenere le donne fuori dal mondo del lavoro per mancanza di alternative, dando così alle donne la libertà di poter scegliere effettivamente se restare a casa ad occuparsi della famiglia o scegliere nuove opportunità di lavoro. I corsi di formazione riguardano soprattutto il settore digitale, in modo da consentire alle donne la possibilità di lavorare anche in smart working senza così rinunciare del tutto alla cura di casa e famiglia.

Bonus cultura da 500 euro ai diciottenni, come ottenerlo e spenderlo: in tre giorni quasi 100mila domande

La domanda

A definire nei dettagli le modalità e i tempi per inviare la domanda sarà un decreto da parte del Ministro per le Pari Opportunità. Ma è molto probabile che la domanda per l’accesso al bonus casalinghe 2021 dovrà essere presentata all’Inps.

© RIPRODUZIONE RISERVATA