Bonus ascensori e montacarichi, ecco come funziona e a chi spetta

Già dal primo gennaio dell’anno è scatta la possibilità di sfruttare un bonus del 75% per interventi finalizzati al superamento e all’eliminazione di barriere architettoniche

Nuovo bonus ascensori
3 Minuti di Lettura
Domenica 23 Gennaio 2022, 15:58

Arriva il bonus ascensori e montacarichi. Già dal primo gennaio dell’anno è scatta la possibilità di sfruttare un bonus del 75% per interventi finalizzati al superamento e all’eliminazione di barriere architettoniche. Si tratta di una novità introdotta dalla Legge di Bilancio 2022. E la nuova detrazione fiscale Irpef e Ires si applica alle spese documentate, sostenute dal 1° gennaio 2022 al 31 dicembre 2022, per la realizzazione di interventi direttamente finalizzati al superamento e all’eliminazione di barriere architettoniche in edifici già esistenti.

COME FUNZIONA

La detrazione spetta nella misura del 75% delle spese sostenute ed è calcolata su un ammontare complessivo non superiore a: - 50.000 euro per gli edifici unifamiliari o per le unità immobiliari situate all’interno di edifici plurifamiliari che siano funzionalmente indipendenti e dispongano di uno o più accessi autonomi dall’esterno; - 40.000 euro moltiplicati per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio per gli edifici composti da 2 a 8 unità immobiliari; - 30.000 euro moltiplicati per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio per gli edifici composti da più di 8 unità immobiliari.

 

A CHI SPETTA

Il bonus 75% spetta anche per gli interventi di automazione degli impianti degli edifici e delle singole unità immobiliari funzionali ad abbattere le barriere architettoniche nonché, in caso di sostituzione dell’impianto, per le spese relative allo smaltimento e alla bonifica dei materiali e dell’impianto sostituito. Per ottenere l’agevolazione al 75% è necessario che gli interventi rispettino i requisiti previsti dal DM 236 del 14 giugno 1989. È qui che sono descritte le prescrizioni necessarie a garantire l’accessibilità, l’adattabilità e la visitabilità degli edifici privati e di edilizia residenziale pubblica sovvenzionata e agevolata, per il superamento e dell’eliminazione delle barriere architettoniche. Il bonus può essere utilizzato in due modi: con detrazione in 5 rate annuali oppure attraverso le opzioni di sconto in fattura e cessione del credito.

BARRIERE E SUPERBONUS

Va sottolineato che gli interventi finalizzati all’eliminazione delle barriere architettoniche sono incentivati dal 2021 con il superbonus 110%, a condizione che siano eseguiti congiuntamente ad almeno un intervento trainante. Nel 2021, è stato precisato che i lavori sono agevolabili anche se nell’edificio non sono presenti persone disabili o over 65.

© RIPRODUZIONE RISERVATA