CORONAVIRUS

Bonus 600 euro pagato entro venerdì. Catalfo: «Nel dl aprile sarà di 800 euro, sì al reddito di emergenza»

Lunedì 13 Aprile 2020
Bonus 600 euro e baby sitter sui conti correnti tra mercoledì e venerdì. «Inps al lavoro a Pasqua»

Coronavirus. «Quasi 4 milioni di istanze» per il bonus da 600 euro per gli autonomi. «L'Inps ne ha già liquidate oltre 1 milione e continuerà fino a martedì: verranno pagate nei conti correnti con valuta dal 15 aprile al 17, anche grazie alla collaborazione del mondo bancario», con accredito in un solo giorno lavorativo. Una nota del governo sottolinea il «lavoro senza sosta negli uffici di Inps e banche, aperti anche durante il weekend di Pasqua per velocizzare l'iter di attuazione delle misure», operativa anche la Ragioneria dello Stato.

«Il totale delle comunicazioni relative all'accesso al Fondo Gasparrini per la sospensione del mutuo sulla prima casa è pari ad un valore di quasi 3 miliardi di euro». È quanto si legge in una nota del Mef che illustra i primi dati raccolti dalla task force costituita per promuovere l'attuazione delle misure anti-Coronavirus, messe in campo con il decreto Cura Italia e con quello sulla liquidità per le imprese, di cui fanno parte Mef, Banca d'Italia, Abi, Mcc e, dopo il decreto liquidità anche Mise e Sace. 

Coronavirus, bimba di 6 mesi contagiata dopo l'intervento a cuore aperto ora lotta per la vita attaccata al respiratore

Catalfo: risorse aumentate nel decreto aprile. «Stiamo lavorando al prossimo decreto che in termini di risorse sarà più consistente rispetto a quello di marzo, in modo tale da poter aumentare l'importo dell'indennità per autonomi e professionisti fino a 800 euro e introdurre un Reddito di emergenza per le fasce più deboli della popolazione». Lo scrive su Fb il ministro del Lavoro Nunzia Catalfo sottolineando che si tratta di «obiettivi che porteremo a termine perché in questa crisi, l'ho detto e lo ribadisco, nessun lavoratore e nessun cittadino deve rimanere indietro».


Coronavirus, De Micheli: «Fase 2? Orari flessibili per gli uffici pubblici»

«I 200.000 congedi parentali richiesti sono stati retribuiti per la grande maggioranza direttamente dalle aziende ai dipendenti, mentre le oltre 40.000 domande per il bonus baby sitting sono al vaglio dell'Inps per andare in pagamento (nel libretto famiglia) il 15 aprile anch'esse». Lo si legge in una nota del governo.

Coronavirus, primo marinaio morto sulla Roosevelt: il comandante fu rimosso per aver dato l'allarme

In pagamento anche cig in deroga. L'Inps sta raccogliendo le domande che iniziano ad arrivare dalle Regioni per quanto riguarda la cassa integrazione in deroga. Lo si legge in una nota del governo in cui si precisa che al momento sono 11 le Regioni che stanno provvedendo all'invio dei dati. È già in corso il pagamento da parte dell'Inps della cassa in deroga delle prime regioni.

 

Ultimo aggiornamento: 14 Aprile, 00:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani