Bnp Paribas 3 Step It lancia offerta commerciale in Europa

Sabato 9 Novembre 2019
Bnp Paribas 3 Step It lancia offerta commerciale in Europa
Bnp Paribas Leasing Solutions, società del gruppo francese attiva nel finanziamento di attrezzature professionali, e 3stepIt, azienda finlandese specializzata nel finanziamento di attrezzature tecnologiche e in particolare nella locazione, gestione e rinnovo degli asset informatici, hanno lanciato la jointventure Bnp Paribas 3 Step It. Le prime filiali in Francia e in Italia sono già operative e a breve si svilupperanno anche in altri paesi europei. Questa nuova società, spiega una nota, è in grado di proporre ad aziende e professionisti soluzioni di finanziamento “product as a service”, più flessibili, complete e sostenibili, per la gestione del ciclo di vita delle attrezzature tecnologiche.

Bnp Paribas 3 Step IT si pone l’obiettivo di sviluppare in tutta Europa un nuovo approccio che comprende la gestione, il ricondizionamento e la ricollocazione dei beni tecnologici, già molto presente nei Paesi del Nord. In quest’ottica, Bnp Paribas 3 Step IT è in grado di offrire alle aziende un servizio completo di gestione del loro parco di strumenti informatici (principalmente smartphone, tablet, Pc e computer portatili) che porti valore aggiunto in ogni momento del ciclo di vita e che include: o l’analisi dei bisogni per proporre un piano di gestione del parco o la scelta e la messa a disposizione delle attrezzature, attraverso un finanziamento adeguato o il monitoraggio e la gestione delle attrezzature: localizzazione, costo, fatturazione, data di sostituzione, ma anche l’automatizzazione di certi passaggi amministrativi o il recupero delle attrezzature a fine contratto, il monitoraggio della distruzione in sicurezza dei dati, il ricondizionamento e la rivendita (che permette una riduzione dei canoni dell’affitto).

Questo approccio, si lege ancora nel comunicato, aiuta le aziende a migliorare il livello del servizio IT, attraverso attrezzature sempre aggiornate, beneficiando di offerte di locazione concorrenziali e permettendo, altresì, la gestione del parco tecnologico in maniera più sostenibile grazie alla possibilità di ricondizionamento delle attrezzature alla fine del contratto. In effetti, il 97% dei beni recuperati a termine contratto vengono ricondizionati e rivenduti mentre il restante 3% viene riciclato in maniera responsabile.

Quest’approccio, continua la nota, permette ai clienti di avere una gestione sostenibile e responsabile delle attrezzature tecnologiche: un risultato importante che porta ad allungare la durata della vita di un’attrezzatura e, conseguentemente, a posticipare la fabbricazione di un nuovo bene e a dividere l’impronta carbone (produzione di gas serra) legata alla sua fabbricazione su due utenti. In questo senso, se si prendono in considerazione anche i costi di fabbricazione, di trasporto e di energia, l’impronta carbone si riduce del 36%. Sempre in termini di sostenibilità, infine, va considerato che, secondo dati di settore, i rifiuti elettronici costituiscono il flusso di rifiuti con la crescita più rapida del pianeta e il 70% dei rifiuti tossici presenti nelle discariche. La rivendita delle attrezzature, dunque, permette alle aziende di contribuire anche alla riduzione del 48% dei rifiuti elettronici.

Sviluppare la propria azienda in maniera sostenibile è, per un numero sempre crescente di imprenditori, una sfida importante in particolare per quanto riguarda le attrezzature informatiche. Secondo una ricerca condotta da 3stepIT nel febbraio di quest’anno su un campione di 1000 aziende, oggi il 15% degli intervistati dichiara di tener conto della sostenibilità nel momento in cui pone in essere progetti informatici, ma il 67% ha intenzione di farlo nei prossimi due anni. Per questo ulteriore motivo, una soluzione di gestione del ciclo di vita dei beni basata sull’economia circolare e sul prolungamento della durata della vita delle attrezzature (97% dei casi) è sicuramente una soluzione interessante per molte aziende.

Country Manager della nuova Società è Carlo Grossi, 54 anni, laurea alla Bocconi e un passato nel Gruppo Bnp Paribas.

«Da quando abbiamo annunciato il lancio di Bnp Paribas 3 Step It, molte aziende internazionali ci hanno contattato per saperne di più. La nostra offerta, unica in sostenibilità, risponde alle loro attese sia in termini commerciali sia di orientamento alla responsabilità sociale d’impresa. Il nostro impegno a favore della sostenibilità diventa sempre più quel fattore fondamentale, che, per i nostri Clienti, Partner e Investitori, fa la differenza. Oltre a rispondere alle nuove attese dei nostri Clienti, questa alleanza si iscrive perfettamente nella strategia del Gruppo BNP Paribas e nel suo piano d’impegno 2020 che include l’economia circolare», dichiara Charlotte Dennery, amministratore e direttore Generale di Bnp Paribas Leasing Solutions.

«Siamo davvero soddisfatti di poter portare le nostre soluzioni in tutta Europa. Attraverso Bnp Paribas 3 Step It offriremo, su scala internazionale, una gestione più sostenibile e responsabile delle attrezzature tecnologiche: un progresso decisivo in termini di economia circolare e una risposta ai bisogni dei nostri clienti che desiderano un accompagnamento a livello europeo», afferma Carmen Ene, direttore generale di 3stepIt.

  Ultimo aggiornamento: 17:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma