Bio On nei guai, un manager arrestato e beni sequestrati. Titolo sospeso in Borsa

Mercoledì 23 Ottobre 2019
(Teleborsa) - Scattano misure cautelari per tre manager di Bio On, società quotata all'AIM Italia, che viene sospesa in Borsa in via cautelare. Borsa Italiana ha fatto scattare il provvedimento questa mattina, quando il titolo già mostrava un teorico di apertura pari a -50%, dopo la notizia dei guai giudiziari che hanno coinvolto la società ed i suoi manager.

La Procura di Bologna ha fatto partire stamattina l'operazione "Plastic Bubbles", con perquisizioni a tappeto fra Emilia Romagna, Lombardia e Lazio, che hanno portato al sequestro di beni per 150 milioni di euro e provvedimenti cautelari per tre manager della società, uno arrestato e due sottoposti a misure interdittive. L'accusa è falso in bilancio e manipolazione del mercato.

Il fascicolo era stato aperto mesi fa, prima dell'estate, in seguito alla guerra aperta dal Fondo Quintessential, che aveva accusato Bio On di frode, battezzandola la "Parmalat di Bologna" e accusandola di aver messo in piedi una "grande bolla" per frodare gli azionisti a causa di una tecnologia di produzione assolutamente "improbabile" e crediti e fatturato "simulati".

Ne era seguita una guerra a distanza, fatta di botta e risposta continui fra l'azienda che produce bioplastiche ed il fondo. Il titolo aveva già perso circa l'80% del suo valore a causa di questa disputa, ma la Procura è andata avanti con le sue indagini, sfociate nel blitz odierno.

Frattanto, proprio il Fondo Quintessential trionfa sui social: "Bio-OFF" scrive su Twitter il fondo americano con grande soddisfazione.

  Ultimo aggiornamento: 12:12 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma