Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Benzina verso "sforbiciata" di 15 centesimi. CdM atteso domani

Benzina verso "sforbiciata" di 15 centesimi. CdM atteso domani
2 Minuti di Lettura
Giovedì 17 Marzo 2022, 09:45
(Teleborsa) - Il CdM sul Decreto taglia prezzi dovrebbe tenersi domani, giacché la riunione di oggi a Palazzo Chigi sarà incentrata sula road map per l'uscita dalle misure Covid. Si parla di un pacchetto di misure per fronteggiare i rincari di bollette e carburanti, attraverso interventi mirati sulle famiglie e sulle imprese penalizzate dall'aumento dei costi energetici.

Tutte queste misure dovrebbero essere finanziate senza uno scostamento di bilancio, facendo uso dell'extra gettito IVA ed anche degli extra profitti delle delle imprese di alcuni settori interessati per finanziare la sforbiciata.

Per la benzina ed il diesel si prevede uno "sconto" di 15 centesimi al litro alla pompa, finanziato usando l'extra gettito dell'IVA sui carburanti incassato in questi ultimi mesi. Lo ha anticipato ieri il Ministro Cingolani al Senato parlando di accisa-mobile. Per quanto concerne a bolletta energetica delle famiglie, si parla invece di estendere il sistema delle rateizzazione.

Vi sono poi misure a favore delle imprese più esposte al caro energia. Il Ministro Giancarlo Giorgetti ha chiesto un rifinanziamento di 1 miliardi del Fondo di garanzia per le PMI e la creazione di un Fondo ad hoc per i ristori da 800 milioni di euro.

Dalla politica arriva però la richiesta di fare di più. Il leader di IV Matteo Renzi sollecita Draghi ad avviare un "whatever it takes" ad hoc per contrastare l'aumento del costo dell'energia, attraverso la fissazione di un tetto al prezzo del gas e della benzina, mentre il Pd pensa invece di portare i carburanti sotto i 2 euro, una sforbiciata più robusta di quella preventivata, e di estendere la platea per il bonus energia, che dovrebbe arrivare a coprire 12 milioni di famiglie con l'innalzamento del tetto Isee a 20mila euro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA