BCE, primo direttorio 2019 con Ue in stagnazione

Giovedì 24 Gennaio 2019
(Teleborsa) - Crescita lenta e incertezze sono sul tavolo del primo Consiglio direttivo dell'anno alla BCE, mentre sono giunti nuovi segnali di debolezza dall'Eurozona. Si tratta del primo incontro dopo la fine degli acquisti netti di attività nell'ambito del Quantitative Easing (QE).

Scontata la riconferma del costo del denaro, ai livelli attuali, "almeno fino all'estate e in ogni caso finché sarà necessario per assicurare che l'inflazione continui stabilmente a convergere su livelli inferiori ma prossimi al 2% nel medio termine", come stabilisce l'attuale linea.

Ciò che gli addetti ai lavori guarderanno con attenzione sono le analisi che il Presidente dell'Eurotower, Mario Draghi, farà dell'attuale situazione economica in rallentamento a livello globale. D'altronde, solo pochi giorni fa, il Fondo Monetario Internazionale (FMI) ha tagliato le proprie stime di crescita mondiale e, lo stesso Governatore, in recente intervento, ha parlato di sviluppi economici più deboli delle aspettative. Ma per conoscere le nuove proiezioni dell'Eurotower bisognerà aspettare la prossima riunione di marzo.

Alla luce di ciò, appare sempre più improbabile un primo aumento dei tassi a settembre.

All'inizio del 2019, l'economia dell'Eurozona si è avvicinata alla stagnazione, registrando la crescita più debole della produzione in cinque anni e mezzo unitamente al primo calo della domanda in più di quattro anni. In particolare, le proteste dei gilet gialli hanno causato la maggiore contrazione dell'economia francese da novembre 2014, mentre le imprese tedesche hanno riportato il loro momento più difficile in quattro anni, causato dal primo declino del settore manifatturiero dal 2014, che a sua volta riflette il crollo maggiore delle esportazioni in sei anni.

Indicazioni di debolezza che aumentano le pressioni sulla banca centrale europea nel prendere atto di un ulteriore rischio di peggioramenti futuri.

Sul mercato Forex, regna un clima attendista: il cross eur/usd viaggia in calo a 1,1342 dollari.

(Foto: © iloveotto/123RF) © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Per la fidanzatina del figlio la mamma diventa sfinge

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma