Banche Pubbliche di Sviluppo, rafforzato l'impegno per la ripresa post-pandemia

Banche Pubbliche di Sviluppo, rafforzato l'impegno per la ripresa post-pandemia
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 20 Ottobre 2021, 13:45

(Teleborsa) - Sono state oltre 500 le Banche Pubbliche di Sviluppo (BPS) che hanno discusso di come sostenere la ripresa e la crescita economica a livello globale e promuovere un modello di sviluppo sostenibile nella seconda edizione del Finance in Common Summit (FiCS), ospitata quest'anno a Roma da Cassa Depositi e Prestiti, l'Istituzione Finanziaria italiana per la Cooperazione allo Sviluppo. La conferenza internazionale del FiCS è inserita nel calendario della Presidenza italiana del G20 e il FiCS presenterà nel 2022 un rapporto sull'avanzamento delle sue attività alla Presidenza G20 di turno, a testimonianza del ruolo cruciale svolto dalle BPS mondiali (rappresentano a livello aggregato investimenti per oltre 2 trilioni di dollari).

"Dal novembre 2020 l'intera comunità delle BPS ha strutturato la propria governance e ha compiuto importanti passi avanti per sfruttare appieno il proprio potenziale complessivo per raggiungere risultati sostenibili ed efficaci per tutte le popolazioni e tutti i territori - ha affermato Adama Mariko, segretario generale del summit Finance in Common - Non vediamo l'ora di continuare queste discussioni alla COP26 e alla COP15 e di riferire al G20 e a tutte le parti, mentre continuiamo a premere su mandati, risorse e capacità ambiziosi per allinearci meglio con gli SDGs e con l'accordo di Parigi".

L'edizione 2021 del FiCS ha visto la partecipazione di oltre 150 speaker da tutto il mondo, con 10 sessioni tematiche, 5 plenarie, 3 sessioni su analisi strategiche e scenari e 3 tavoli di confronto tra le BPS e i loro principali stakeholders. Il Finance in Common Summit 2021, inoltre, è stata l'occasione per la firma di: una lettera di intenti tra CDP e FAO per costruire una partnership solida relativa ai temi della sicurezza alimentare; una dichiarazione congiunta sulla "European Strategic Cooperation Framework" tra le quattro istituzioni finanziarie bilaterali europee - CDP, la francese AFD, la tedesca KfW e la spagnola AECID; il lancio della "PDBs Platform for Green and Inclusive Food Systems" da parte dell'International Fund for Agricultural Development (IFAD), CDP e altre BPS, finalizzata ad accelerare investimenti più verdi e inclusivi nell'agricoltura.

"Il Finance in Common Summit 2021 che CDP ha avuto l'onore di ospitare a Roma ha rappresentato un'importante occasione di confronto internazionale per ribadire e rafforzare l'impegno ad agire come un unico sistema, in modo che le oltre 500 banche di sviluppo possano liberare da subito il loro pieno potenziale - ha commentato il presidente di Cassa Depositi e Prestiti, Giovanni Gorno Tempini - Infatti, la pandemia e la crisi socioeconomica che ne è seguita hanno contribuito ad amplificare le disuguaglianze globali e a mettere in evidenza l'urgente necessità di rivedere gli attuali modelli di crescita".

© RIPRODUZIONE RISERVATA