Banca Generali, con Feduf l'educazione finanziaria arriva nelle scuole

Banca Generali, con Feduf l'educazione finanziaria arriva nelle scuole
4 Minuti di Lettura
Martedì 19 Ottobre 2021, 16:04 - Ultimo aggiornamento: 16:11

Qual è l'impatto dei nostri comportamenti sul pianeta, l'economia e la società? Qual è l'impatto delle nostre scelte? Quanto è importante agire subito? Cosa cambia se prestiamo maggiore attenzione ai nostri comportamenti? E come coniugare i sogni dei più piccoli con la vita quotidiana? Su questi e molti altri temi di educazione finanziaria saranno coinvolti i bimbi delle scuole primarie romane il prossimo mercoledì 20 ottobre attraverso “Un salvadanaio per amico”.

L’iniziativa didattica, ideata da Banca Generali Private e promossa in collaborazione con la Feduf, Fondazione per l'educazione finanziaria e al risparmio (Abi), arriva dunque nella capitale con l’obiettivo di avvicinare gli studenti delle scuole primarie ai temi del risparmio e della sostenibilità.

“Siamo felici di coinvolgere insieme a FeduF i bimbi delle scuole primarie romane in un progetto che punta ad avvicinare i più giovani ai concetti chiave del risparmio e della sostenibilità. Come Banca private attenta ai patrimoni delle famiglie italiane, siamo consapevoli di quanto sia oggi importante educare le nuove generazioni ai temi economici per colmare quel gap con gli altri Paesi che ci vede sempre troppo indietro nelle classifiche mondiali di educazione finanziaria. Crediamo fortemente che sia necessario lavorare fin da oggi con i giovani così da gettare le basi per un futuro in cui risparmio e sostenibilità rappresentino due linee guida centrali nella società italiana”, commenta Marco Bernardi, vice direttore Generale di Banca Generali.

L’incontro, inserito all’interno del programma scolastico e con una durata di circa 90 minuti, stimola nei bambini una prima riflessione sul valore del denaro e sulla necessità di gestirlo responsabilmente per sé stessi e per la comunità, in un’ottica di cittadinanza consapevole. Accanto al tema del valore del risparmio i bimbi sono aiutati a ragionare sul tema della sostenibilità, partendo dalle azioni quotidiane e personali che ognuno di noi può compiere, promuovendo quindi le “buone pratiche” di sviluppo sostenibile che creano valore aggiunto e preservano le risorse per le generazioni future. E il gioco? Prima o dopo l’incontro i bimbi possono realizzare dei salvadanai utilizzando materiali di recupero (es. bottiglie di plastica, scatole, decorazioni da abiti non più utilizzabili, ecc…). Una volta realizzati, i salvadanai dovranno essere fotografati e inviati all’indirizzo scuola@feduf.it, insieme a uno slogan o un pensiero sul tema della sostenibilità, del risparmio e della tutela delle risorse naturali. Tutti i lavori inviati verranno pubblicati sul sito www.economiascuola.it . A tutti i docenti partecipanti verrà inoltre inviata una copia del libro Fiabe e Denaro, che potrà offrire utili spunti per rafforzare le competenze di cittadinanza economica degli alunni, ed una copia per ogni bambino del libretto pensato per loro da Banca Generali Private con le nozioni di finanza e di sostenibilità.

“Un salvadanaio per amico è una straordinaria opportunità che permette a Banca Generali e a FeduF di mettere a disposizione delle scuole un percorso innovativo su tematiche di rilievo fondamentale per i giovani – commenta Giovanna Boggio Robutti, direttore generale della Fondazione creata da Abi –. Questo aspetto è cruciale poiché l’educazione finanziaria è materia che a tutti gli effetti contribuisce alla definizione dei concetti di legalità e di democrazia, rappresentando non solo uno strumento di tutela e valorizzazione del patrimonio economico individuale e sociale, ma anche un diritto di cittadinanza richiamato dalla stessa Costituzione”.

Partita lo scorso 13 ottobre da Firenze, l’edizione 2021 di “Un Salvadanaio per Amico” coinvolgerà le scuole di 15 città italiane. Di seguito il calendario completo degli appuntamenti dopo la tappa di Roma del 20 ottobre.

27 ottobre: scuole primarie provincia di Padova

3 novembre: scuole primarie provincia di Treviso

5 novembre: scuole primarie provincia di Lecce

10 novembre: scuole primarie provincia di Trieste

23 novembre: scuole primarie provincia di Udine

2 dicembre: scuole primarie provincia di Belluno

25 gennaio: scuole primarie provincia di Parma

9 febbraio: scuole primarie provincia di Cagliari

16 febbraio: scuole primarie provincia di Bologna

9 marzo: scuole primarie provincia di Rimini

16 marzo: scuole primarie provincia di Torino

31 marzo: scuole primarie provincia di Napoli

7 aprile: scuole primarie provincia di Avellino

© RIPRODUZIONE RISERVATA