Azimut e Side Asset Management lanciano il progetto "Educational Living"

3 Minuti di Lettura
Mercoledì 24 Novembre 2021, 19:48

Il Fondo Infrastrutture per la crescita – Esg, gestito da Azimut Libera Impresa Sgr, e Side Asset Management hanno avviato un progetto ribattezzato Educational Living che punta a coniugare le esigenze di sviluppo delle competenze extra universitarie dei giovani studenti con quelle dell'abitare, in un nuovo concetto di residenzialità per i giovani.

Il progetto, spiega una nota, è in linea con gli obiettivi del Fondo la cui attività di investimento è focalizzata nelle infrastrutture sociali capaci di generare una crescita positiva sull’economia rispettando standard di sostenibilità sociale, ambientale e di governance. Più in dettaglio il piano prevede che il Fondo entri nel capitale di Side, quale gestore del progetto Educational Living, e al contempo acquisisca una ex struttura scolastica privata nel centro di Roma, nella quale sorgerà, a seguito di una importante riqualificazione, la prima casa dell’Educational Living, con l'obiettivo di promuovere un nuovo player italiano nella gestione della residenzialità per studenti, incentrato sulla formazione e l’accelerazione di competenze per gli studenti universitari.

Il team dei fondatori del progetto Educational Living è composto da professionisti con competenze complementari nell’ambito del real estate (Alessandro Masi, ceo), della finanza (Elham Firmani, presidente) e dell’Education (Daniele Denti, ceo di Ingenium Education). Oltre al team dei fondatori, il cda di Side sarà composto dal responsabile investimenti del Fondo Massimo Dominici e da Gaetano Casertano.

L’obiettivo sociale più ampio del progetto, si legge ancora nella nota, è quello di colmare il gap di competenze extra universitarie degli studenti, avvicinandoli al lavoro fin dall’università e fornendo loro gli strumenti che consentano di comprendere le complessità del mercato del lavoro. In tal senso, il progetto prevede delle borse di studio di merito e un’attenzione particolare all’inclusività e alla diversità in ottica Esg.

“Siamo orgogliosi di accogliere nella nostra compagine il Fondo di Azimut che fin dall’inizio ha creduto nel nostro progetto infrastrutturale – educativo - ha commentato l’amministratore delegato di Side, Alessandro Masi -. Il nostro obiettivo è quello di creare una comunità coesa di studenti che condividano la stessa esperienza educativo-abitativa, facendo sinergia con le aziende, trasformando edifici in vere infrastrutture per la formazione in cui vivere l'esperienza dell'apprendere, fornendo agli studenti universitari un luogo in cui acquisire e accrescere le proprie competenze contribuendo a ridurre lo skills mismatch e aumentando l’employability. In sostanza un luogo di human acceleration. In questo contesto, il Fondo, con la sua focalizzazione sull’economia reale e sulle infrastrutture sociali, è il partner ideale con cui sviluppare il progetto nei prossimi anni”.

Andrea Cornetti, amministratore delegato Re e Infrastrutture di Azimut Libera Impresa, ha affermato: “Il Fondo vede nelle infrastrutture legate alla formazione un importante volano per il paese nei prossimi anni. In questo contesto il progetto di Educational Living rappresenta una iniziativa avvincente di cui far parte, coniugando gli aspetti Education a quelli propriamente infrastrutturali, con un evidente impatto sociale di cui potranno beneficiare le generazioni future di studenti. Il progetto è incentrato sul concetto di community: una comunità di co-living, di co-studying e di co-working. L’obiettivo dei prossimi anni è quello di investire in ulteriori strutture, con un’attenzione alle qualità delle infrastrutture e della componente operativa del progetto”.

L’operazione ha visto il coinvolgimento in qualità di consulenti legali lo Studio Dentons e l’Avvocato Massimiliano Vito, dello Studio Vito, oltre che lo Studio Bonamini per gli aspetti legati alle analisi operative-finanziarie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA