Auto, mercato europeo ancora in profondo rosso

Giovedì 17 Settembre 2020
(Teleborsa) - Il mercato dell'auto europeo continua a risentire degli effetti della pandemia di coronavirus. Dopo il calo del 39,5% dei primi sei mesi dell'anno si sono registrate contrazioni del 3,7% in luglio e del 17,6% in agosto. Lo rileva l'Acea, l'associazione dei costruttori europei, sottolineando che ad agosto l'Italia ha segnato la migliore performance nell'UE (-0,4%).

Nei primi otto mesi, il risultato peggiore lo fa registrare la Spagna (-40,6%), seguita dal Regno Unito (-39,7%), dall'Italia (-38,9%), dalla Francia (-32%) e dalla Germania (-28,8%).

Quanto al nostro Paese sono emersi i primi segnali di ripresa. Il confronto con lo stesso mese del 2019 è ancora negativo, ma il decremento è appena dello 0,4%. Il merito - spiegano dal Centro Studi Promotor - va indubbiamente agli incentivi alla rottamazione introdotti dal decreto rilancio.

A fine agosto, le immatricolazioni di nuove auto del gruppo FCA sono diminuite di circa il 38% su base tendenziale considerando la UE, i Paesi Efta e la Gran Bretagna. Il Gruppo automobilistico ha venduto 412.270 auto contro le 671.628 dello stesso periodo del 2019. © RIPRODUZIONE RISERVATA