Auto, bonus fino a 6.000 euro: ecco i modelli con l'incentivo

Auto, bonus fino a 6.000 euro: ecco i modelli con l'incentivo
di Giusy Franzese
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 9 Marzo 2022, 07:13

Da 1250 euro fino a seimila euro di sconto. Ritornano gli incentivi per l'acquisto di auto nuove poco inquinanti. A giorni sarà varato il dpcm (decreto della presidenza del consiglio dei ministri) che darà il via a questa nuovo orund di agevolazioni. Ieri a Palazzo Chigi si è svolta una riunione tra i ministri interessati (Giorgetti, Cingolani, Orlando) e il sottosegretario Roberto Garofoli. Si è parlato anche di una strategia pluriennale per il comparto che sta attraversando un delicato momento di transizione ecologica.
Tornando ai bonus, ad essere incentivate saranno le auto elettriche e le ibride, ma anche i diesel meno inquinanti, così come proposto dal Mise, il ministero dello Sviluppo Economico. Potranno accedere alle agevolazioni anche le moto e il car sharing delle imprese. Ovviamente più l'auto è a bassa emissione, maggiore è il bonus. Lo schema ricalca quello dello scorso anno, ma con sconti e massimali di prezzo dell'auto più bassi. Se nell'edizione 2021 si potevano acquistare anche auto di fascia medio alta con prezzi fino a 50.000 euro + Iva (61.000 euro Iva inclusa), adesso potranno usufruire degli incentivi soltanto i modelli con prezzi non superiori a 35.000 euro + Iva, salvo il caso delle ibride il cui massimale sale a 45.000 euro+Iva.
I soldi sono stati già stanziati dal decreto energia che prevede un fondo per il comparto automotive (destinato non soltanto agli incentivi) di 700 milioni di euro nel 2022 e poi 1 miliardo per ciascun anno dal 2023 fino al 2030.

Superbonus, gli errori da non fare (e che mettono a rischio le detrazioni)

I modelli

Salvo sorprese dell'ultima ora, dovrebbero essere tre le categorie incentivabili, tutte riferite ad auto nuove di classe non inferiore a Euro 6: le elettriche al 100% (emissioni comprese nella fascia 0-20 grammi (g) di anidride carbonica (CO2) per chilometro); le ibride con emissioni comprese nella fascia 21-60 grammi (g) di anidride carbonica (CO2) per chilometro; le auto con motore termico con emissioni comprese nella fascia 61-135 grammi (g) di anidride carbonica (CO2) per chilometro.
Il prezzo massimo di listino, Iva esclusa, non deve superare 35.000 euro, soltanto per le ibride si sale a 45.000 euro.

Per chi si orienta per l'acquisto di un'auto elettrica il contributo sarà pari a 4.000 euro, che può diventare 6.000 nel caso di contestuale rottamazione di un veicolo di classe inferiore a Euro 5 intestato all'acquirente o a un suo familiare convivente da almeno un anno. Tra le auto agevolabili in questa categoria ci dovrebbero essere la 500, la Smart, alcuni modelli di Peugeot e Renault.
Chi invece preferisce l'ibrido potrà usufruire di un bonus pari a 1.500 euro (e di ulteriori euro 1.000 con rottamazione). Tra i modelli agevolabili dovremmo trovare auto di tutte le marche anche se il tetto di prezzo di listino di 45.000 restringe la scelta. Ci potrebbe comunque rientrare l'Audi A3, la Citroen C5 Aircross , la Ford Kuga, la Jeep Renegade, la Hyundai Ioniq Plug-in, alcuni modelli di Kia o di Fenault , di Seat, Skoda, Volkswagen.

Nel terzo caso (motore termico) il bonus si ferma a 1.250 euro, e comunque è valido soltanto con contestuale rottamazione. Anche chi opta per la formula locazione finanziaria può usufruire dei bonus, purché si tenga l'auto almeno 12 mesi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA