Atlantia sigla accordo con governo Cile per riqualificazione capitale Santiago

Atlantia sigla accordo con governo Cile per riqualificazione capitale Santiago
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 8 Dicembre 2021, 11:30

(Teleborsa) - Atlantia, la società infrastrutturale italiana presente in 11 Paesi, controllata da Sintesi, subholding di Edizione della famiglia Benetton, ha siglato con il governo del Cile un accordo del valore di 100 milioni per la riqualificazione di nove aree della capitale Santiago. I lavori - scrive il Corriere della Sera - saranno eseguiti dalla controllata Grupo Costanera, che nel paese sudamericano gestisce 200 chilometri di rete autostradale.

Gli interventi di riqualificazione, realizzati dalla società del Gruppo Atlantia, in partnership con il fondo pensionistico canadese CPPIB, riguardano nove Comuni indipendenti, limitrofi al Sud della tangenziale Americo Vespucio, destinatari di un vero e proprio piano integrato di riqualificazione urbanistica e ambientale, che avrà una ricaduta su circa 2 milioni di abitanti, con l'introduzione di elementi di sostenibilità e tecnologie per potenziare la sicurezza del territorio. Le aree interessate si estendono su 63.000 mq, dove verranno realizzati nuovi spazi urbani ed aree verdi, e prevedono anche l'introduzione di sistemi di illuminazione a Led ed impianti per la sicurezza urbana, compresi 9.000 mq di barriere antirumore. I lavori nella città di Santiago partiranno già nel 2022.

Previsti ulteriori interventi anche sulla "Ruta 5" nella tratta gestita dal Gruppo Costanera, che ha accettato anche di effettuare interventi di manutenzione necessari del ponte comunale Puente Los Aldes, uno degli snodi strategici per la connettività di Santiago,gestito direttamente dalle autorità locali cilene e fuori dalle aree in concessione.

Le risorse - scrive ancora ill Corriere - saranno reperite nell'ambito degli accordi concessionari in essere tra il governo cileno e le società controllate dal gruppo Atlantia, oppure saranno direttamente finanziate dal governo stesso a valle della pubblicazione dei relativi Decreti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA