Atlantia, consent solicitation per portatori di prestiti obbligazionari ASPI

Atlantia, consent solicitation per portatori di prestiti obbligazionari ASPI
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 20 Ottobre 2021, 15:00

(Teleborsa) - Atlantia ha reso noto che Autostrade per l'Italia (ASPI) ha avviato un'operazione di consent solicitation, rivolta ai portatori dei prestiti obbligazionari emessi da ASPI e garantiti da Atlantia, al fine di ottenere il consenso al cambio di controllo a favore del Consorzio formato da CDP Equity, Blackstone e Macquarie, e la liberazione delle garanzie prestate da Atlantia. La società prevede che l'operazione si completi il 22 novembre, giorno in cui sono convocate le assemblee degli obbligazionisti.

L'ottenimento dei waiver e consent in relazione ai prestiti obbligazionari è una delle condizioni sospensive del contratto di cessione dell'intera partecipazione detenuta da Atlantia in ASPI, sottoscritto in data 11 giugno 2021 tra Atlantia ed il consorzio. Le condizioni sospensive al momento verificatesi sono: Autorizzazione Golden Power, ottenimento dei waivers da parte delle banche finanziatrici di Atlantia e conferma da parte della CONSOB che l'operazione di dismissione non faccia scattare l'obbligo di OPA da parte di ASPI su Autostrade Meridionali. Inoltre, lo scorso 14 ottobre è stato sottoscritto l'Atto Transattivo tra ASPI ed il Ministero delle Infrastrutture e Mobilità Sostenibili.

Il perfezionamento della cessione resta subordinato all'avveramento delle seguenti condizioni sospensive: efficacia dell'Atto Transattivo, dell'Atto Aggiuntivo e del Piano Economico Finanziario tra ASPI e il MIMS; piena validità delle concessioni in capo ad ASPI e alle altre società del gruppo ASPI; ottenimento dell'autorizzazione Antitrust; rilascio delle autorizzazioni del MIMS per il cambio di controllo; assenza di provvedimenti da parte di autorità che possano impedire l'operazione nei termini previsti dallo SPA o comunque avere un impatto negativo sull'operazione, ASPI e/o le sue controllate e/o l'acquirente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA