Atlantia sale in Borsa sull'ipotesi intervento Cdp

Martedì 10 Dicembre 2019
Atlantia in rialzo, la migliore del listino principale, con un progresso di oltre il 2% a 20,82 euro.

Gli analisti di Equita, in un report di questa mattina, citano indiscrezioni di stampa su un possibile ingresso di Cdp nel capitale del gruppo, «ipotesi che sarebbe in generale positiva perché allontanerebbe lo scenario di revoca della concessione». Equita cita in merito un articolo di Mf, secondo cui il rinvio alla Corte costituzionale del decreto Genova renderebbe più complicato il percorso della revoca e l'entrata di Cdp in Atlantia eviterebbe rischi futuri sui temi delle manutenzioni in Aspi e sarebbe accettabile anche dalla parte della maggioranza più favorevole alla revoca.

Il presidente del Consiglio Conte, inoltre, ha detto di attendersi che la conclusione della procedura di revisione delle concessioni autostradali si concluda entro fine anno. «Ricordiamo - affermano gli analisti di Mediobanca Securities - che la scadenza di fine anno era stata già anticipata da indiscrezioni di stampa a fine novembre».

Gli analisti di Mediobanca, poi, citano anche un articolo del Secolo XIX che riferisce che slitta a marzo la consegna della perizia sulle cause del crollo del ponte Morandi. I periti avrebbero dovuto consegnare la perizia nella seconda metà di dicembre ma hanno chiesto al giudice altri tre mesi di tempo vista l'enorme mole di materiale e documenti da visionare. La perizia, salvo altre richieste di proroghe, dovrà essere consegnata il 14 marzo e discussa poi all'udienza del 22 aprile. Ultimo aggiornamento: 14:40 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Che cosa fa litigare i negozianti e i padroni dei cani

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma