AT&T, trimestrale sopra le attese. Ottima performance per lo streaming

AT&T, trimestrale sopra le attese. Ottima performance per lo streaming
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 26 Gennaio 2022, 14:00

(Teleborsa) - AT&T, società statunitense di telecomunicazioni, ha registrato entrate pari a 41 miliardi di dollari nel quarto trimestre del 2021, rispetto ai 45,7 miliardi di dollari dello stesso periodo del 2020. Sul calo del 10,4% pesano la cessione di attività cedute (U.S. Video nel terzo trimestre e Vrio nel quarto trimestre) e i minori ricavi di Business Wireline. Sono aumentati, invece, i ricavi WarnerMedia, Mobility e Consumer Wireline. L'utile per azione rettificato è stato di 0,78 dollari, in crescita rispetto agli 0,75 dollari dello stesso trimestre di un anno fa. Le attese del mercato, secondo dati Refinitiv, erano per un utile per azione rettificato di 0,76 dollari su ricavi per 40,4 miliardi di dollari. La società ha aggiunto solo 884.000 nuovi abbonati telefonici postpagati netti durante il quarto trimestre, al di sotto delle stime FactSet di 906.500 nuovi abbonati.

Spicca la performance di Warner Media, all'interno della quale ricadono i servizio di streaming HBO e HBO Max. Il totale abbonati globali HBO Max e HBO ha raggiunto i 73,8 milioni, in aumento di 13,1 milioni anno su anno; gli abbonati domestici solo saliti a quota 46,8 milioni, in crescita di 5,3 milioni per l'intero anno. Il ricavo medio per utente nerl mercato domestico è stato di 11,15 dollari, mentre i ricavi totali sono aumentati del 15,4% a 9,9 miliardi di dollari nel quarto trimestre.

"Un anno e mezzo fa, abbiamo iniziato a semplificare la nostra attività per riposizionare AT&T per la crescita e siamo estremamente soddisfatti di come abbiamo mantenuto questo impegno", ha affermato il CEO John Stankey. Per il 2022, inclusi WarnerMedia e Xandr, la società prevede una crescita consolidata dei ricavi a un tasso low-single digits rispetto ai ricavi consolidati del 2021 di 153,2 miliardi di dollari (che escludono Video e Vrio negli Stati Uniti), un utile per azione rettificato da 3,10 a 3,15 dollari e un free cash flow di circa 23 miliardi di dollari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA