Asvis, imprese e finanza chiedono a Governo di accelerare su sostenibilità

Martedì 28 Maggio 2019
(Teleborsa) - Accelerare la transizione dell'Italia alla sostenibilità e aprire un tavolo di lavoro su questo tema presso la Presidenza del Consiglio. Sono queste le richieste che oggi, a Milano, nel corso della conferenza dell'Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (Asvis), le imprese e il mondo della finanza hanno rivolto Governo.

Le linee di azione necessarie per accelerare il passo verso gli obiettivi di sviluppo sostenibile dell'Agenda 2030 sono state raccolte dalle dieci associazioni imprenditoriali che aderiscono aderiscono all'Asvis in un documento congiunto. Nel testo sono indicati gli interventi necessari per creare un contesto idoneo allo sviluppo sostenibile, per accelerare il decoupling tra crescita economica e pressione ambientale, per affrontare la dimensione sociale della transizione ecologica del sistema produttivo, per favorire lo sviluppo dei territori e la loro resilienza e per promuovere un modello economico orientato allo sviluppo sostenibile.

"La sostenibilità è sempre più considerata un fattore strategico dalle imprese oltre ad essere un importante elemento valoriale e reputazionale. Allo stesso tempo, il mondo della finanza guarda con sempre più attenzione a realtà imprenditoriali innovative, rispondenti ai criteri environmental, social and governance (Esg). Tali criteri obbligano ad un cambiamento di prospettiva e ad investire non tanto nell'ottica di un vantaggio immediato, ma in una prospettiva di medio-lungo termine" ha affermato il presidente dell'Asvis, Pierluigi Stefanini.

"Il documento unitario elaborato grazie all'Asvis dà un segnale forte al Governo e alle altre istituzioni. Ora, però, bisogna passare ai fatti e ci auguriamo che il Presidente del Consiglio convochi quanto prima il tavolo proposto dalle associazioni, anche in vista della preparazione della prossima Legge di Bilancio" ha aggiunto il portavoce dell'Asvis, Enrico Giovannini.





© RIPRODUZIONE RISERVATA