Andamento positivo per le borse europee. Debole Milano

Giovedì 18 Aprile 2019
(Teleborsa) - Tutti segni più per i listini europei, ad eccezione di Piazza Affari, che mostra una seduta all'insegna della debolezza sulle preoccupazioni di un rallentamento dell'economia.

Sessione debole per l'Euro / Dollaro USA, che scambia con un calo dello 0,36%. Seduta in lieve rialzo per l'oro, che avanza a 1.276,5 dollari l'oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) mostra un timido guadagno e segna un +0,28%.

Consolida i livelli della vigilia lo spread, attestandosi a +254 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 2,58%.

Tra i listini europei performance modesta per Francoforte, che mostra un moderato rialzo dello 0,35%, piatta Londra, che tiene la parità, resistente Parigi, che segna un piccolo aumento dello 0,33%.

Il listino milanese continua la seduta poco sotto la parità, con il FTSE MIB che lima lo 0,20%, mentre resta piatto il FTSE Italia All-Share, con le quotazioni che si posizionano a 24.001 punti. Sui livelli della vigilia il FTSE Italia Mid Cap (-0,14%), come il FTSE Italia Star (-0,2%).

In luce sul listino milanese i comparti costruzioni (+1,80%), media (+1,17%) e alimentare (+0,47%). Tra i più negativi della lista di Milano, troviamo i comparti telecomunicazioni (-1,23%), viaggi e intrattenimento (-1,09%) e bancario (-0,68%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, effervescente Buzzi Unicem, con un progresso del 3,02% dopo aver comunicato che risponderà alle richieste di conversione del prestito obbligazionario convertibile.

Prysmian avanza dello 0,81%.

Si muove in modesto rialzo Hera, evidenziando un incremento dello 0,64%.

Bilancio positivo per Italgas, che vanta un progresso dello 0,62%.

Le peggiori performance, invece, si registrano su Juventus, che ottiene -4,03%.

Si concentrano le vendite su Fineco, che soffre un calo dell'1,53%.

Vendite su Telecom Italia, che registra un ribasso dell'1,50%.

Seduta negativa per Amplifon, che mostra una perdita dell'1,40%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Banca Popolare di Sondrio (+4,16%), Mediaset (+3,21%), Carel Industries (+2,89%) e Brembo (+1,64%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Datalogic, che prosegue le contrattazioni a -2,47%.

Affonda Tinexta, con un ribasso del 2,26%.

Sotto pressione Salini Impregilo, che accusa un calo dell'1,94%.

Scivola De' Longhi, con un netto svantaggio dell'1,93%. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Livercool vs A.C. Tua, quando il Fantacalcio imbarazza il nonno

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma